A CENA CON D’ANNUNZIO (A ROMA)

Da il 28 novembre, 2017

23846740_1703523256376987_652920075_oA cena con D’Annunzio. 

Dal natìo Abruzzo all’opulenza romana,

le opere di D’Annunzio diventano piatti da degustare.

Questo quanto accadrà giovedì 30 novembre a partire dalle ore 20 da RED laFeltrinelli, il luogo dove condividere la passione per la lettura e l’enogastronomia in Via Tomacelli.

Immersi tra libri, lumiere pendenti dai soffitti affrescati Rustichella d’Abruzzo e RED presentano “D’Annunzio nella Roma del Piacere”.

Quattro chef alla ribalta nel panorama gastronomico dell’Italia centrale:

– lo stellato William Zonfa di Magione Papale;

– Marco Mazzone, Ambassador chef Rustichella d’Abruzzo;

– Cristian Di Tillio de Il ritrovo d’Abruzzo;

– Michele Papagno, Ambassador chef Rustichella d’Abruzzo;

– Marco Fabiano (RED laFeltrinelli) reinterpretano in veste culinaria i testi del poeta pescarese.

Il menu della serata celebra il vate con fantasiose portate.

“Il Libro segreto” aprirà le danze con una serie di Finger food; tanti minipallets di prelibatezze delizieranno gli ospiti e immancabile il tramezzino, inventato e tanto amato da D’Annunzio, accompagnato dalle bollicine proposte da RED. Si prosegue con “La Figlia di Iorio” associata a una zuppa rustica, simbolo dell’Abruzzo più verace per poi passare a un’esecuzione esemplare di quella che il dandy decantava come “Arpa Cuciniera”, la famosa pasta alla chitarra, arricchita da un succulento sugo di anatra.

E poi è la volta de “Le Ghiottornie” che omaggia il celebre pranzo a Nemi di D’Annunzio. Ecco che sul finale appare la celebrazione della femme fatal e allora i paccherini al Melograno diventano l’emblema di “donna Claribel”.

In pompa magna la Porchetta d’oro, tra i piatti preferiti che il Vate continuava a farsi servire anche quando ormai era lontano dalla sua terra. I presenti saranno ammaliati da un sodalizio perfetto tra musica, cibo e cultura.

L’attrice Franca Minnucci reciterà i versi del poeta, Maddalena Santeroni, autrice del libro “La cuoca di D’Annunzio” darà testimonianza della passione quasi ossessione che il vate aveva per il cibo e di tutte le sue incessanti richieste alla cuoca Albina. Ospite d’eccezione Maria Luisa Di Luzio, esperta e collezionista di D’Annunzio, che interverrà per mostrare alcuni dei più importanti manoscritti dannunziani.

Tra gli ospiti anche Lucia Arbace, Responsabile del Polo Museale dell’Abruzzo. Sul finire si aprirà il “Paniere di Aligi” e… tanti dolci tipici della terra d’Abruzzo sulla tavola: le Sise delle Monache, Bocconotti, Sfogliatelle e il Pan strozzo memoria dei pani che i pastori portavano durante la transumanza.

Rustichella d’Abruzzo

Immersa nel verde delle colline vestine, trae le sue origini dall’antico pastificio Gaetano Sergiacomo, fondato nel 1924 a Penne, del quale ha voluto conservare la tradizione di una produzione artigianale, orientandola a formati speciali e regionali per varcare i confini dell’Abruzzo. Rustichella d’Abruzzo utilizza solo le migliori semole di grani duri selezionati, con un tenore di glutine maggiore, impastate con acqua pura di montagna per conferire un sapore e una tenacità unici alla pasta. Oggi esporta in più di 70 paesi al mondo.

RED

RED è un luogo unico, emozionante, sintesi perfetta tra la passione per la lettura e l’amore per la cultura enogastronomica. È il bistrot italiano moderno con libri, musica, cinema e tanti eventi. A Roma RED è in via Tomacelli, 23.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*