A COCULLO, PER IL RITO DEI SERPARI, CON UN TRENO SPECIALE

Da il 24 aprile, 2014

dddI viaggi in treno organizzati da Transita in collaborazione con Sangritana, guadagnano sempre più i consensi di chi decide di trascorrere una giornata in maniera nuova lasciando a casa le auto e abbandonando le lunghe code stradali che caratterizzano i giorni di festa.

A garantire l’unicità dell’esperienza sarà possibile godere dell’accoglienza dello Staff Transita unita a degustazioni di prodotti locali e all’animazione musicale a bordo treno che trasformeranno il viaggio in un’esperienza memorabile.

La prossima partenza è prevista per giovedì 1 maggio, per il mitico il Rito dei Serpari, a Cocullo (nella foto, il vostro intrepido Maurizio Di Fazio, immortalato con tanto di serpente al collo a Cocullo qualche anno fa).

Lo straordinario rito di S.Domenico Abate portato in processione per le vie di Cocullo completamente ricoperto di serpenti, ogni anno attira migliaia di persone, tra pellegrini e curiosi. Esso affonda le sue radici nella storia dei popoli Italici e nel culto della dea Angizia, capace di incantare i serpenti e di utilizzare erbe magiche e velenose. Nel corso dei secoli la leggenda cristiana ha poi assunto le caratteristiche del mito nel culto della figura di S. Domenico, venerato per la sua fama di guaritore dai morsi dei serpenti.

Quale occasione migliore per vivere l’intera giornata passando da una festa itinerante a una tradizione millenaria?

Il viaggio verrà effettuato con vetture Lupetto in collaborazione con Sangritana che conferma, insieme a Transita, di puntare fortemente sul turismo in treno al fine di valorizzare il territorio e le sue tradizioni.

Il treno partirà da Lanciano, ma sono previste soste nelle stazioni di Pescara, Chieti e Sulmona per la salita passeggeri, per poi raggiungere la stazione di Cocullo.

Prezzo Speciale per questo viaggio, biglietto adulto 35 euro. Posti limitati.

I prossimi appuntamenti:

Info e prenotazioni: info@transita.org – 327/5843233.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*