TOSCANI, BONITO OLIVA, FIORUCCI, MARIO BOTTA: LE GRANDI ARTI E L’ABRUZZO

Da il 16 ottobre, 2012

Dopo le fasi espositive diTerritorio Abruzzo Premio Fondazione ARIA” che hanno animato l’estate della regione, e che ha portato la vincitrice Flavia Di Bartolomeo a trascorrere un mese di stage, finanziato da ARIA, presso lo studio fotografico di Oliviero Toscani, autore di riferimento della prima edizione, è giunto il momento della riflessione.

E così da mercoledì a venerdì, tre giornate di intensi incontri attendono la Fondazione Industriale Adriatica. E l’intero Abruzzo sarà coinvolta negli incontri con gli autori promossi da ARIA. Si tratta di una ricca serie di convegni, ospitati nelle università abruzzesi, che avranno come protagonisti gli illustri giurati del concorso fotografico.

Si inizia domani, mercoledì, alle 15:30, presso l’Università degli Studi di Teramo, nella Sala Conferenze della Facoltà di Scienze della Comunicazione con Elio Fiorucci, designer e imprenditore, Silvia Evangelisti, docente di Storia dell’arte all’Università di Bologna e curatrice di mostre d’arte e Marisa Galbiati, vicepreside Scuola Design Politecnico di Milano, che parleranno di “Immagini contemporanee”. Ad introdurre e moderare l’incontro Luciano D’Amico, preside di Facoltà. Al convengo parteciperanno anche Giandomenico Di Sante, presidente Banca dell’Adriatico e Alessandra Lisciani, responsabile marketing Lisciani Giochi. Durante l’incontro si celebrerà anche la cerimonia di proclamazione  dei laureati in Scienze della comunicazione. L’evento si concluderà con un’esecuzione musicale a cura dell’Istituto superiore di Studi musicali “Gaetano Braga” di Teramo.

Venerdì ci si sposta a Pescara, alle 10:30, nella facoltà di Architettura dell’Università d’Annunzio, presso l’Aula Rossa, con le “Forme Futuribili” di Mario Botta, architetto e Anna Mattirolo, direttore MAXXI Arte-Roma.  Dopo i saluti istituzionali affidati a Carlo Pozzi, direttore dipartimento di Architettura, due interventi strategici con autorevoli industriali d’Abruzzo animatori, tra gli altri, della Fondazione ARIA: Enrico Marramiero, presidente Confindustria Pescara e vicepresidente Fondazione ARIA e Gennaro Zecca, Amministratore Odoardo Zecca srl. Roberto Mascarucci, docente di Urbanistica e referente dell’università G. D’Annunzio per la seconda edizione del premio,  modererà il dibattito degli autorevoli autori.

Mentre gli autori e giurati al gran completo del premio Territorio Abruzzo,  giunto alla conclusione della sua prima edizione, si ritroveranno,  insieme a Oliviero ToscaniAchille Bonito Oliva, a Pescara, giovedì pomeriggio dalle 18, nell’Auditorium “Leonardo Petruzzi”. Dopo i saluti di Elena Petruzzi, presidente Fondazione ARIA  e Aldo La Morgia, vicepresidente Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, Achille Bonito Oliva, critico, storico e docente di Storia dell’Arte dell’Università Roma, introdurrà il dibattito “Nuove Prospettive” che coinvolgerà anche Oliviero Toscani, Elio Fiorucci e Silvia Evangelisti. Spazio poi alla premiazione dei 30 finalisti del concorso fotografico e al lancio dell’edizione 2012/2013.

Ricordando che nell’adiacente Museo delle Genti d’Abruzzo, in via delle Caserme, sarà possibile ammirare, fino all’11 novembre, tutte le foto partecipanti al concorso e quelle dei fotografi professionisti realizzate nelle aziende partner, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13:30 e dalle 16 alle 19 sabato e domenica. L’ingresso al museo sarà inoltre gratuito giovedì pomeriggio dalle 18 alle 21.

«Siamo molto soddisfatti del primo anno di questa fondazione  e del premio Territorio Abruzzo – ha dichiarato la presidente Elena Petruzzi. I ragazzi hanno partecipato con grande entusiasmo a questo concorso. Obiettivo della Fondazione era quello di stimolare sul territorio una domanda di cultura, partendo dalla spinta degli imprenditori. Portando in Abruzzo questi illustri autori e le loro riflessioni, riteniamo di aver raggiunto i nostri obiettivi. Adesso è il momento di proseguire con il nostro lavoro, arricchendo il mondo culturale della nostra regione di  nuovi progetti».

«Saint-Simon, filosofo francese, considerato  il fondatore del socialismo francese,  nel suo progetto “Le Nouveau Christianisme” (1825) proponeva un governo a tempo, costituito da scienziati, filosofi, medici, architetti, musicisti e artisti. Forse – ha affermato la presidente del Comitato Tecnico-Scientifico, Mariantonietta Firmani –  ciò che manca alla nostra società, sono condivisione e creatività. Il progetto della Fondazione ARIA  è nato con l’idea di condividere con i giovani e cittadini tutti, studenti e non, incontri ed esperienze con i più autorevoli esponenti della cultura contemporanea, che diventino esempio da cui far nascere nuove prospettive, da costruire nel tempo, con ampie condivisioni. Con questi nostri incontri, animati dai più autorevoli personaggi della cultura italiana, e con il Premio Territorio Abruzzo,  la nostra Fondazione ha inteso, attraverso la divulgazione, lo studio e la pratica della fotografia, indurre i giovani a guardare con più attenzione l’intorno in cui viviamo per conoscere di più i propri simili e la propria terra, per individuare nuove prospettive culturali ed anche economiche da costruire – ha concluso la presidente del Cts –  dal territoriale al globale, dal regionale all’internazionale insieme agli industriali che hanno dato vita alla Fondazione ARIA».

About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*