ARRIVANO I THE CRIMSON ProjeKCt! I KING CRIMSON MENO FRIPP

Da il 25 marzo, 2014

The-Crimson-ProjeCKTL’intero centro Italia è in tumulto per il super evento che si terrà sabato 29 marzo a Chieti. Al Teatro Supercinema si esibiranno i The Crimson ProjeKCt, nati da una costola dei mitici King Crimson.

The Crimson ProjeKCt sono infatti una propaggine dei King Crimson con 3 membri attuali del gruppo storico, concentrata soprattutto sul repertorio crimsoniano dai primi anni 1980, con la benedizione di Robert Fripp. Hanno una line-up a “doppio trio”.  Adrian Belew, Tony Levin, Pat Mastelotto… Tre nomi che risuonano di leggenda.

Abbiamo intervistato gli organizzatori, Lucio Di Francesco, Gianmarco Pescara e Roberto Giuliani.

1) Una società specializzata in event marketing (Rea. Pro. Gi.) e una pagina Facebook (“Gli scontanti, i conosciuti”) che agita culturalmente le vie del web: queste le organizzazioni coinvolte nella realizzazione dell’imperdibile evento del 29 marzo a Chieti, ovvero il concerto dei The Crimson ProjeKCt. Come nasce l’incontro umano tra le due organizzazioni? Ci hanno anche detto che uno dei due direttori artistici (Lucio Di Francesco, che coordina i lavori insieme a Gianmarco Pescara) ha già avuto a che fare con gli artisti coinvolti nella serata, in passato…

LDF : l’incontro umano tra le due organizzazioni ? E’ partito con il concerto di Ryuichi Sakamoto & Alva Noto del 2012 al teatro Marrucino di Chieti per proseguire poi con The Kilowatt Hour di David Sylvian al Teatro Massimo di Pescara dello scorso settembre. Collaborazioni marginali che hanno portato alla voglia di organizzare qualcosa insieme guidati dalla passione per la musica, la BUONA musica. Per quanto riguarda il mio avere già avuto a che fare con gli artisti coinvolti nella serata… nel ’92 portai Robert Fripp & David Sylvian (con Trey Gunn) mentre nel 2012 gli Stick Men di Tony  Levin, Pat Mastelotto e Markus Reuter sempre al supercinema di Chieti oltre ad averli fatti suonare al Lanciano Blues Festival dell’agosto scorso, che organizza un mio caro amico. Aggiungiamoci che Adrian Belew è uno dei miei “guitar hero” e che non è mai stato in abruzzo ed ecco che il concerto dei The Crimson ProjeKCT è un po’ la chiusura del cerchio per il sottoscritto. Il tutto dal vivo “SOTTO CASA” !
GP: Chieti – come l’Abruzzo del resto – è una città piccola, ci si conosce facilmente sopratutto tra colleghi, Lucio è un vecchio organizzatore di eventi, uno di quelli che oggi definiremmo “promoter culturali,” in passato ha avuto l’onore di ospitare per primo in questa regione grandissimi artisti di fama internazionale tra i quali David Sylvian che sicuramente rappresenta l’anello di congiunzione tra di noi. Infatti anche se precedentemente ci si conosceva non avevamo mai collaborato direttamente insieme, il ns è stato un incontro scontro nel 2012 quando la ns società era ancora impegnata nella realizzazione e produzione della rassegna “Humani,” e precisamente durante l’organizzazione del concerto evento tenutosi nel Settembre presso il teatro Marrucino di Chieti del premio Oscar Ryuichi Sakamoto & Alva Noto, dove Lucio mi omaggiò dei suoi complimenti per aver effettivamente compiuto un impresa, un premio Oscar e premio Imperiale, un genio della musica mondiale nella ns piccola città. Di lì in poi abbiamo avuto modo di conoscerci meglio e di intravedere l’uno nell’altro le stesse intenzioni, promuovere la cultura e far si che questa divenisse motore della famigerata macchina “Turismo” tanto agognata nella ns Regione.

 

RG: la passione per la buona Musica è stata, da sempre, il filo conduttore, il comune denominatore de “Gli Scontati, I Conosciuti”, un “juke box” magico che mi onoro di aver “acceso” su FB ed alla quale playlist partecipano musicisti di rango mondiale unitamente a circa 30.000 fan di ogni angolo del mondo.

La sinergia della “Pagina” con Reaprogi nasce da questo comune sentimento, dal medesimo e reciproco “imput” e si è palesata con il concerto di Ryuichi Sakamoto & Alva Noto del 2012 al Teatro Marrucino di Chieti ed il live dei The Kilowatt Hour (David Sylvian) al Teatro Massimo di Pescara lo scorso settembre. La competenza musicale dello Staff e le proverbiali doti imprenditoriali della società teatina hanno stimolato questa ennesima scommessa legata al concerto dei TCP del prossimo29 marzo a Chieti. Scommessa che, anche questa volta, sarà vinta in nome della musica, da sempre considerata un mezzo di aggregazione universale.

 

Il vostro motto è: “L’imprenditoria intelligente sostiene la cultura”. Secondo voi il territorio abruzzese recepisce questo input? Ci sono abbastanza iniziative culturali in Abruzzo? Cosa differenzia la vostra proposta da quella di ulteriori società o associazioni?

 

LDF : mi porto dietro questo motto dal concerto Sylvian/Fripp del ‘92 perché… le case si costruiscono mattone per mattone ! Io credo che l’abruzzo si stia muovendo tantissimo a livello culturale, forse oltre le proprie possibilità ed è per questo che c’è bisogno di “imprenditoria intelligente” altrimenti non si va da nessuna parte. Mai abbassare la guardia. Il pubblico è sempre più attento ad iniziative “coinvolgenti” ed ecco che.. il giorno del concerto alcuni esercizi pubblici della città (ristoranti, pub, pizzerie, bio shop, parrucchieri, b&b e persino un’ortopedia sanitaria) effettueranno sconti e/o promozioni a chi si presenterà con il biglietto dei Crimson ProjeKCt. Seguite l’evento su FB per conoscerne i dettagli.

GP: Il territorio Abruzzese DEVE RECEPIRE questi input, deve saper cogliere queste occasioni, perchè di occasioni si parla. Ecco vede, noi siamo creatori di occasioni, di opportunità, l’attuale situazione macroeconomica e sociale della nostra nazione, non può che ripercuotersi nella microeconomia locale e nella fattispecie nel settore terziario, da sempre il più penalizzato essendo nella maggior parte dei casi – considerate le attività economiche di servizi in esso svolte – vittima della prima fonte di risparmio dei consumatori. Attrarre masse di partecipanti non vuol dire solo promuovere un determinato evento o luogo, bensì questo può significare produzione di economia nel breve periodo per una città. L’ Abruzzo, può esprimere delle enormi potenzialità data la sua ampia eterogeneità di luoghi di interesse storico, culturale, religioso e sportivo, e necessità di input come questi che dovrebbero essere recepiti da politica e cittadinanza come una sorta di veicolo pubblicitario, delle quali ritengo ci sia ancora molta carenza ed anche ignoranza. Per questo motivo“circondiamo” l’evento fulcro di altri piccoli eventi, cercando dunque di attirare la partecipazione in larga scala anche di chi non è prettamente interessato al concerto, attivando più meccanismi di partecipazione, ecco la differenza, creare una occasione per movimentare tante altre situazioni che abbiano sempre un filo conduttore altrimenti alcune iniziative potrebbero sembrare inappropriate.

RG: Si, i due partner, ancor oggi protagonisti, vogliono rimarcare il concetto di cultura attraverso la musica. Questa “idea” deve espandersi in una realtà come quella abruzzese alla quale, seppur già in netto sviluppo, mancano risorse umane ed economiche che sappiano dare nuova  ninfa ad una realtà ancora troppo poco investita da proposte culturali di rango. Noi ci stiamo provando. In questo contesto, il concerto dei TCP esula da manifestazioni di basso profilo già proposte in passato. La visione della cultura a 360° che vede “coniugare” musica, arte, enogastronomia ed ingegno dovrebbe premiare l’ottica nella quale tali sforzi sono stati esercitati sancendone il successo, tra l’altro preannunciato.

 

2)      I tre album dei King Crimson che portereste con voi su un’isola deserta.

 

LDF : In the wake of poseydon/Red/Thrak

GP: Potrei dirle “In the court of the King Crimson,” “Red”  e “Vroom”.

RG: In the wake of Poseydon/Discipline/Beat

3)      A dimostrazione del vostro interesse per la cultura in tutti i suoi aspetti, avete organizzato una passeggiata guidata nel centro storico della città e la presentazione di un libro importante sulla scena letteraria e musicale nazionale, ovvero “King Crimson. Island, testi commentati” di Donato Zoppo. Ci dite qualcosa in più di queste iniziative? Che tipo di risposta di pubblico vi aspettate?

LDF : La “CHrimson WalKCing” (notare il gioco di sigle CH-KC) è una passeggiata culturale, gratuita e guidata, attraverso i monumenti, le vie ed i palazzi storici della città. L’abruzzo è una fucina di “bellezza” ma forse noi abruzzesi non abbiamo ancora capito la potenzialità di tutto ciò ed è per questo motivo che “crediamo” in iniziative simili. La presentazione del libro di Donato Zoppo invece è una chicca, la ciliegina sulla torta CRIMSON messa a disposizione dell’audience che si spera sarà numeroso !


GP: Ci auguriamo una grande partecipazione, la Crimson Walcking si basa fondamentalmente su un format già esistente in città, ed è sostanzialmente un Trekking urbano, dove i partecipanti entrano a contatto direttamente con le figure storiche della città, interpretate da attori che raccontano loro la storia dei luoghi che visiteranno, ed è un evento organizzato da una delle associazioni più attive a Chieti che ha già dimostrato la sua validità, in più grazie alla partecipazione della CONFCOMMERCIO di Chieti, ci saranno anche degli stand nelle soste dove si potranno conoscere altri riferimenti culturali inerenti all’evento della ns Regione e città.

 

RG: Se si parla di cultura, la città di Chieti ha nel suo DNA una peculiarità unica: quella di assaporare cultura. Ogni scorcio, ogni borgo, ogni palazzo vecchio fa rivivere emozioni di un tempo. Il concerto dei TCP e la relativa CHrimson WalKCing è una favorevole occasione per far vivere tutto ciò, in nome di altrettanti e prestigiosi eventi culturali collaterali inseriti nel programma. La passeggiata itinerante proposta vuol palesare la volontà degli organizzatori di non “isolare” un evento musicale già di per sé prestigioso, ma di ampliare i confini della cultura laddove musica e storia possano intrecciarsi  in un unico obiettivo che sappia emozionare tutti coloro che, gratuitamente, parteciperanno. L’auspicio, insomma, è di quelli giusti!

About Mariangela Gaspari

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*