CAETANO VELOSO INCANTA IL PRIMAVERA SOUND DI PORTO

Da il 9 giugno, 2014

IMGA0759Per il terzo anno consecutivo, ledizione portoghese del Primavera Sound, da quest’anno denominata NOS Primavera Sound, si è chiusa, sabato notte, con incontrovertibile successo. Parola di Ozio Magazine. 

Con un pubblico di oltre 70.000 persone, la bellissima città di Porto ha accolto un pubblico proveniente da oltre 40 nazioni.

C’era la Meglio Gioventù europea al Parque da Cidad, proprio a ridosso dell’Oceano. Nessun incidente, nessun problema. Troppa era l’attenzione alla migliore musica.

Tra gli artisti che hanno più infiammato il lungo weekend portoghese (in ordine decrescente di resa live, per noialtri):

Caetano Veloso, 72 anni ma chi lo direbbe mai, che ha allestito il suo vorticoso e poetico Multishow Ao Vivo Abracao: clamoroso il trionfo, migliaia di ragazzi a ballare le canzoni sempre modernissime del poeta del Tropicalismo;

gli americani The National, inenarrabile la potenza di fuoco e di emozioni del loro live, ormai sono di un altro pianeta;

i Mogwai, dalla Scozia con dolcezza e rumore bianco;

John Grant, il nuovo Elton John innamorato dell’elettronica;

St. Vincent, col suo teatro caleidoscopico ipercinetico.

E poi i Pixies, coi loro indie-classic-rock; il rapper americano Kendrick Lamar; gli Slint, al solito imperturbabili e definitivi, che hanno riproposto Spiderland al completo; i Television, leggende fine anni ’70, che hanno rifatto tutto Marquee Moon; gli Slowdive, padri del dream-pop, e dello shoegaze più sognante; i redivivi Neutral Milk Hotel, col loro indie-pop angolare; le Haim e le Dum Dum Girls e le Warpaint, e l’astro nascente Courtney Barnett; i canadesi Goodspeed You Black Emperor, cinematici e travolgenti.

Il NOS Primavera Sound si è perfettamente integrato con la città di Porto, riempiendone le strade, gli alberghi, i ristoranti, i negozi, la Ribeira, il ponte Dom Luìs, che fu realizzato dall’architetto Eiffel, sì, proprio lo stesso della Torre Parigina.

Lunga vita al Primavera Sound, che sta a Barcellona e alla capitale portoghese come un economico abito da sogni  su misura, o come un volo di farfalle alla routine di tutti i giorni.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*