IL COLIBRI’ SUONA AL MASSIMO

Da il 18 febbraio, 2016

Cobrì Ensemble [1338990]Per il 13° appuntamento della 50ª Stagione Concertistica 2015/2016

domani alle 21 a Pescara, al Teatro Massimo, 

la Società del Teatro e della Musica ospiterà un concerto del
COLIBRÌ ENSEMBLE in VERSIONE DECIMINO
 Biglietto 15 euro, fuori abbonamento.

Battezzata “Colibrì” in omaggio all’omonima favola per bambini, la compagine si caratterizza per la capacità ad assumere svariate forme: dalla veste sinfonica, con 50 elementi, a formazioni da camera come il quintetto o il nonetto.

Fondata nel 2013 dall’oboista Andrea Gallo – attualmente direttore artistico – e promossa dall’Associazione Libera delle Arti, l’Orchestra  può contare  sulla collaborazione di musicisti custodi di un’esperienza acquisita lavorando in contesti quali il Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma, il Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, i Solisti di Pavia, l’Orchestre des Champs-Elysées, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra Regionale Toscana.

Il Colibrì Ensemble inoltre – divenuto realtà grazie alla passione per la musica della dott.ssa Gina Barlafante, medico e osteopata, qui coinvolto come presidente e mecenate – porta avanti anche una sua propria stagione musicale, in corso da novembre a maggio. Tra i solisti invitati di volta in volta maestri come Alexander Lonquich, Enrico Dindo, Felice Cusano, Daniele Rustioni, Francesca Dego, Alessandro Moccia, Francesco Di Rosa. Mentre il repertorio spazia dalla musica contemporanea, a quella classica sinfonica, alla musica barocca.

Tra le caratteristiche principali dell’Orchestra, quella di essere vissuta non solo come occasione di lavoro, ma come momento di condivisione, in cui tutti sono chiamati a sentirsi parte di un progetto comune, in nome della musica. Qualsiasi musicista del Colibrì sa infatti di essere membro di un’Orchestra particolare, di cui riconosce gli ideali e i valori. In definitiva, non si tratta semplicemente di Ensemble, ma di un vero e proprio progetto culturale, che parte dal basso, e in cui il musicista è chiamato a rivestire un ruolo di protagonista professionista.

Verrà eseguito il seguente programma:

Ludwig Spohr     Gran nonetto in fa magg. op. 31
Jean Françaix     Dixtuor

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*