IL PESCARA A VARESE, VIETATO SBAGLIARE

Da il 5 aprile, 2012

 Dopo l’assurda sconfitta interna col Bari, la ferita ancora fluente della morte di Franco Mancini e la sequela inesauribile di “sviste arbitrali”, che hanno rosicchiato ai biancazzurri almeno una dozzina di punti in classifica (c’è persino chi ha ventilato una “conventio ad excludendum” per non farci salire in serie A), stasera alle 20.45, in  un super-anticipo serale della serie cadetta, il Pescara di Zeman va a far visita a un’ottima squadra, in forma smagliante, e in zona play-off: il Varese.

Nel nostro undici titolare mancheranno Kone e Zanon (al suo posto Bocchetti). Recuperati invece dalla squalifica Gessa e soprattutto Cascione. Sarà un match a viso aperto, vibrante e spettacolare questo è certo. Immobile e compagni dovranno cercare di ritrovare quella brillantezza smarrita negli ultimi turni. È la fase nevralgica del campionato. Occorre uno scatto d’orgoglio. Un ruggito di consapevolezza. Tecnicamente e tatticamente il Pescara si è dimostrato anni luce più forte delle altre pretendenti alla massima serie, al pari forse soltanto del Torino. Ve l’immaginate il Sassuolo direttamente in serie A, e il Pescara ai play-off, contro tutto e tutti, e con una Sampdoria che non potrà mica non farcela?

Dirigerà l’incontro Riccardo Pinzani della sezione di Empoli. Guardalinee Argiento e Stallone. Speriamo bene, anche in questo senso.

About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*