Il sindacato entra nella Foxconn cinese

Da il 4 febbraio, 2013

Svolta ‘democratica’ per la multinazionale, dove i sindacati sono sempre stati controllati dalla dirigenza aziendale e dalle amministrazioni locali. Un milione 200mila operai degli stabilimenti cinesi avranno diritto al voto, rivela in anteprima il Financial Times.

About rainews24

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*