LA FAVOLA DEL COLIBRI’ ENSEMBLE (CHE CAMBIA SEDE)

Da il 26 ottobre, 2015

17656809569_0b34c9899f_bStasera, lunedi 26 ottobre all’Outlev Village di Città Sant’Angelo (Pescara), dalle ore 20,

il Colibrì Ensemble (Orchestra da Camera “squisitamente giovanile” di Pescara) inaugura la sua nuova sede. In programma un “Concerto di Benvenuto ” sulle note della Sinfonia n. 40 di Mozart K 550.

Il Colibrì Ensemble – che porta il nome di una favola semplice quanto universale – sale ora al primo piano del Village di Città Sant’Angelo. Si rinnova dunque l’importante sodalizio con l’Outlet, iniziato l’anno scorso in occasione di un simpatico FlashMob, quando alcuni bambini a passeggio per le vie del centro commerciale giocarono a dirigere l’orchestra.

L’auditorium del Colibrì si trova esattamente sopra il negozio della Asics – quindi  nelle immediate vicinanze della piazza Verde – in uno spazio messo a nuovo negli ultimi mesi.

Più d’uno insomma, il ruolo del nuovo auditorium, camaleontico e pronto ad accogliere un ricco ventaglio di attività: seminari, masterclass, mostre. La sala principale, che può ospitare una compagine artistica di oltre 50 elementi, ha oltre 80 posti a sedere e potrà essere aperta, in occasioni speciali, anche al pubblico.

Domani invece, martedi 27 alle 18.30 – il Colibrì Ensemble si esibirà a Roma in un concerto sinfonico presso la Sala Baglivi del complesso monumentale Santo Spirito in Sassia: grazie al successo riscontrato nei concerti della passata stagione, l’Orchestra da Camera di Pescara è stata invitata per la cerimonia conclusiva di un’importante congresso nazionale sulla Storia della medicina.

Il Colibrì Ensemble esordisce al Teatro Comunale di Atri il 28 Settembre 2013. In programma la prima assoluta di Inside Resonance Zones, un brano commissionato dallo stesso Colibrì al compositore Stefano Taglietti. Il concerto si presenta da subito come una dichiarazione di intenti di una compagine musicale che vuole essere dinamica, originale ed aperta ad ogni stile, dal barocco alla musica contemporanea.

Ma il Colibrì non è solo un’orchestra, è anche un progetto culturale fondato su una condivisione di ideali umani, etici, morali, e su valori come la collaborazione e la passione. Da qui il perché del nome, scelto come omaggio alla famosa fiaba omonima la cui morale fa riflettere sull’importanza di ogni singola goccia e sulla partecipazione come spinta propulsiva per realizzare un grande risultato.

Al debutto musicale, seguirà la prima Stagione, ovvero un cartellone di 5 concerti organizzati a Pescara. Poi la Stagione dell’anno scorso – con solisti internazionali quali Alexander Lonquich, Enrico Dindo, Felice Cusano – fino ad arrivare alla prossima che, a partire dal 16 novembre, presenterà un cartellone di ben 12 appuntamenti. Tra le novità, anche la prima edizione del “Premio Colibrì Giovani Solisti”.

Tra i responsabili del Colibrì figurano Andrea Gallo, direttore artistico e oboista, Gina Barlafante, medico e osteopota, qui coinvolta in veste di presidente e mecenate, e Roberta Zanoni che cura la segreteria organizzativa.

 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*