LA FESTA PER I 70 ANNI, VIRTUALI, DI IVAN GRAZIANI

Da il 2 ottobre, 2015

Ivan-GrazianiIvan Graziani avrebbe compiuto settant’anni, martedì ottobre.  E dopo molte polemiche, la sua città natale, Teramo, gli dedica la grande festa che meritava. In fondo Ivan è stato un artista sempre fuori dagli schemi, oltre le righe, in anticipo sui tempi. Assolutamente misconosciuto rispetto al suo valore reale.

Fu anche il primo cantautore in assoluto a salire sul palco del Tenco nella primissima edizione del 1974, col suo epocale album “Pigro”.

Per i suoi 70 anni virtuali, martedi 6 ottobre Teramo  lo celebrerà in una serata con tanti ospiti e colleghi, con le cover band e con la famiglia di Ivan, che con grande determinazione e contro ogni ostacolo ha lavorato per la festa di compleanno: ci saranno, infatti, anche Tommy e Filippo Graziani, che continuano con successo da alcuni anni a proporre il repertorio del papà.

In questi giorni, sarà inoltre ristampato per la prima volta su cd il suo live, “Parla Tu” (1982) uno dei primi dischi italiani rock dal vivo, di grande successo, mentre nei digital store sarà  disponibile anche “Piknik“, album del 1986, l’ultimo pubblicato con la mitica “Numero Uno”, con cui Ivan registrò ben nove dischi.

Prossimamente sarà dato alle stampe anche “Arcipelago Chieti“, il romanzo che Ivan scrisse per raccontare con ironia l’anno di naja, il servizio militare a Chieti, un libro stampato molti anni fa e che i fan attendevano da tempo.

Continua infine il “PIGRO in TOUR”, l’omaggio a Ivan amplificato da nuove canzoni, con un repertorio ampio. Non solo i grandi successi, ma anche quelle canzoni più intime più rappresentative dell’anima di Ivan, quali “Fumo negli occhi”, “Un’ora”, “Parla tu”, e qualche aneddoto narrato da Tommy Graziani, che siede dietro alla batteria, esibendosi con Marco Battistini e con due storici musicisti di Ivan (Beppe “Bip” Gismondi e Carlo Simonari). Ospite del concerto è Filippo Graziani, che, con la sua voce simile al papà, rinnova l’emozione dei concerti di Ivan.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*