LA SFILATA DEI TALAMI DI ORSOGNA

Da il 7 aprile, 2012

Che voi crediate o no, l’Abruzzo è fatto di tradizioni che vengono studiate ovunque, secolari, se non millenarie, che calamitano un turismo, non soltanto religioso, proveniente da tutt’Italia, e persino dall’estero. Una di queste, tra le principali, è la Festa dei Talami di Orsogna, che torna questo lunedì di Pasqua. Una Pasquetta originale, tra sacro e folklore. Lunedì mattina spetterà al vescovo ausiliario della Diocesi dell’Aquila, monsignor Giovanni D’Ercole, il compito di commentare le scene blibliche rappresentate dai sette Talami che sfileranno lungo le strade di Orsogna (che  è in provincia di Chieti, per chi  non lo sapesse). I carri, accompagnati dall’Orchestra musicale “Domenico Ceccarossi” dell’Istituto comprensivo di Orsogna, partiranno uno alla volta dai quartieri dalle 10.30 del mattino, per poi ritrovarsi in piazza Mazzini verso le 13, per la sfilata conclusiva. La manifestazione, che ha le sue radici nel dramma liturgico medioevale e di cui si hanno notizie già intorno al 1270, quest’anno avrà come tema “Dio educa il suo popolo”. Posti su carri agricoli trainati da trattori, i Talami rappresentano episodi del Vecchio e Nuovo Testamento interpretati dagli abitanti del paese vestiti in costume d’epoca. Dietro di loro c’è un fondale affrescato, in cima al quale, sospesa davanti a una raggiera, una bimba impersona la Vergine Maria. L’ultimo Talamo, il settimo, sarà trasportato a spalla dal Gruppo Alpini Orsogna.
I Talami sono stati dichiarati lo scorso luglio “Patrimonio d’Italia per la tradizione” dal Ministero del Turismo; il premio è stato consegnato al sindaco, Alessandro D’Alessandro, dall’allora ministro Michela Vittoria Brambilla nel corso di una cerimonia svoltasi a Roma.
Questi i titoli dei Talami che sfileranno: 1°) “Dio educa il suo popolo con la chiamata dei patriarchi: Abramo, Isacco, Giacobbe”, realizzato da Annamaria Cavaliere; 2°) “Dio educa il suo popolo per mezzo di Mosè liberatore e legislatore”, realizzato da Paola Cicolini; 3°) “Dio educa il suo popolo con la chiamata dei profeti: Isaia, Geremia, Ezechiele”, realizzato da Anna Maria d’Ancona; 4°) “Gesù maestro ci educa con la parabola del Figliol prodigo”, realizzato dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Orsogna coordinati dall’insegnante Graziella Gentile; 5°) “Gesù maestro ci educa con la parabola del buon Samaritano”, realizzato da Manuela Petino; 6°) “Gesù ci educa con la parabola del buon pastore”, realizzato da Samuel Di Domenica; 7°) “Gesù maestro ci educa con la proclamazione delle beatitudini”, realizzato dall’Associazione Culturale Talami Orsogna e da Tommaso Bucci e portato a spalla dagli alpini.
In questi giorni sono ospiti della comunità di Orsogna gli organizzatori dei “Mystery Plays” di York, in Inghilterra, una tradizione analoga ai Talami che si celebra ogni due anni in occasione della festa del Corpus Domini. Il prossimo Ferragosto, quando la sfilata dei Talami si ripeterà nell’edizione notturna, è previsto un gemellaggio tra le due manifestazioni.

About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*