AL MARRUCINO ABATANTUONO, LAVIA, IL VATE… E BEETHOVEN

Da il 5 dicembre, 2012

Federica Di Martino, giovane attrice ortonese: sarà lei a coordinare il nuovo cartellone di prosa del Teatro Marrucino di Chieti, artisticamente diretto da Ettore Pellegrino. Lei che al Marrucino si esibì da attrice. La stagione di prosa messa su dalla Di Martino consterà di tre commedie (una gialla, una contemporanea e una classica) e di tre drammi classici.

Da gennaio ad aprile avanzato.

Debutto a fine gennaio con la commedia “Un ispettore in casa Birling”, spettacolo che circuita brillantemente per le sale da oltre un anno, per la regia di Giancarlo Sepe e con Paolo Ferrari e Andrea Giordana tra gli attori.

A febbraio una prima nazionale, un omaggio a D’Annunzio, tratto da un libro di Giordano Bruno Guerri, “L’amante guerriero”.

A fine febbraio il primo dei due riallestimenti che si faranno al teatro teatino. Il primo  riallestimento è delegato a Diego Abatantuono, alla sua prima regia teatrale, con la commedia “Vengo a prenderti stasera”, che ha debuttato al Festival di Spoleto; il secondo è nelle sapienti mani di Gabriele Lavia, andrà in scena a inizio marzo e si intitola “La Trappola” (da una novella di Pirandello). A metà marzo un classico di Molière, “Il borghese gentiluomo”, commedia danzata, con Massimo Venturiello e Tosca, per la regia dello stesso Venturiello.

Epilogo a fine aprile ancora con Pirandello e il suo “Come tu mi vuoi” per la regia di Francesco Zecca: tra gli interpreti Lucrezia Lante Della Rovere.

Ma da antipasto alla stagione di prosa al Marrucino lo farà la concertistica con “Natale in casa Nazaret”, (21 dicembre ore 21) racconto in musica per voci bianche (Coro delle voci bianche del teatro Marrucino e l’Orchestra sinfonica abruzzese).

L’anno venturo, invece, prenderanno quota  i concerti del ciclo Beethoven: il primo il 19 febbraio (Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in do min. op.37 e Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in sol mag. op.58), il secondo il 5 marzo (Coriolano, ouverture in do min. op. 62, Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in do mag. op.15 e Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in si bem. op.19) e l’ultimo il 19 marzo (Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bem mag. op.73 “Imperatore”).

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*