Le mani del boss sulla metanizzazione, sequestrati beni per 48 milioni

Da il 22 maggio, 2013

Un patrimonio del valore di 48 milioni è stato sequestrato dalla Guardia di finanza di Palermo agli eredi del creatore di un gruppo imprenditoriale che ha curato tra gli anni ’80 e ’90, la metanizzazione in diverse aree della Sicilia facendo affari con la mafia attraverso appalti e subappalti a imprese controllate dai boss

About rainews24

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*