Mcafee pubblica su Internet testi su corruzione in Belize

Da il 8 dicembre, 2012

John McAfee non molla: 24 ore dopo essere finito in carcere in Guatemala, dove era fuggito per chiedere asilo politico, il genio degli antivirus informatici ha cominciato a pubblicare sul sito Internet amministrato dai suoi amici americani una serie di messaggi nei quali spiega quali sono secondo lui i motivi della persecuzione che ha subito in Belize e che lo hanno portato a scappare dal paese.

About rainews24

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*