PARTE L’INDIE ROCKET FESTIVAL, YEAH

Da il 7 dicembre, 2012

Comincia oggi, e durerà fino a domani notte, la nona edizione di uno degli eventi più sprovincializzanti e cosmopoliti mai concepiti in terra pescarese: l’Indie Rocket Festival, ideato e tuttora organizzato da Paolo Visci, col supporto di Movimentazioni.

L’idea di questa insolita tornata invernale, è questa: sparigliare le carte, gettando semi di ottimo indie-pop e alt-rock, senza soluzione di continuità per la città; non dare mica punti di riferimento fissi; adottare la politica delle location multiple, in larga misura concentrate lungo le vie della cosiddetta Pescara Vecchia, troppo spesso immolate sull’altare del tunz-tunz. E l’ingresso ai concerti è anche sostanzialmente gratuito.

Ma eccovi il programma di questa prima giornata inaugurale.

Alle 18.00 una doppia inaugurazione, l’IndieRocket Festival si presenta nel nuovo concept store Voice (Via Piave, 99) con il dj set di Giuditta de Angelis.

 21.00

Sanacore (Via Marco Polo, 15) live di Delawater (Italia) e Sam Mickens (Usa). All’insegna dell’indie rock, la scena nazionale e quella internazionale a confronto. I Delawater, dal 2009, hanno un orecchio teso verso l’indie-rock di stampo americano tra melodie, psichedelia e canzoni. Sam Mickens, leader dei Dead Science e membro stabile delle band più interessanti del panorama Alt/Rock americano (Parenthetical Girls, XiXiu ed Evangelista), presenta l’ultimo album album Estatic peace Revue.

22.30

Maze (via Nazario Sauro, 9/11) live dei New Candys (Italia). Quattro ragazzi di Treviso che, ispirandosi agli eterni rivali Brian Jonestown Massacre e Dandy Warhols, nonostante la loro giovane età, sono capaci di sfidare la scena neo psichedelica internazionale grazie alla loro attitudine e al loro suono.

 23.30

Lalla (via dei Sanniti, 8) live dei SineRequie (Italia), Fabio Perletta (Italia), Fauve! Genen a Rhino (Italia). I SineRequie sono un duo di musicisti/dj e producer bolognesi, con radici abruzzesi. Esplorano la varietà dell’esperienza sonica con dj set sperimentali tanto da lavorare anche per cinema e teatro. Fabio Perletta, anche conosciuto come Øe, è un sound artist e graphic designer. I suoi lavori includono musica elettronica, videoarte, graphic e sound design per installazioni e performances. Fauve! Genen a Rhino, duo di musica elettronica, sono la risposta italiana ad Autechre e Fuck Buttons. Eseguono l’intera  la trilogia di Ep “Pòlemos” pubblicata dalla scozzese Bedevil di John Willis (Pumajaw / ex batterista dei Loop) nel circuito inglese e italiano.

Eventi collaterali della serata, al Post Bar (via Catone, 25) con dj set di Robert Eno (Shirt Vs T-Shirt) e la partecipazione dell’artista Annagina Totaro (Bananità) e il Visual Set di UnVisual fra via Corfinio e via Flaiano.

 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*