Studente suicida a Roma, per la procura non ci fu nessuna omofobia nè bullismo

Da il 13 dicembre, 2012

Il procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e il pm Pantaleo Polifemo al momento escludono che l’estremo gesto sia da ricondurre ad atti di bullismo o di omofobia ma ritengono che si tratti di un fatto “intimo”.

About rainews24

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*