LA STORIA DI HILDE

Da il 3 ottobre, 2012

Questa doveva essere un’intervista. Riflettendoci però, ho preferito non interrompere il flusso di coscienza, passione e dedizione legati ad uno degli aspetti più delicati della vita. Parliamo di bambini. Concedetemi 5 minuti del vostro prezioso tempo e leggete questo articolo. Tutto il resto può aspettare, lo sapete anche voi. Sono orgogliosa di lasciarvi alle parole della mia amica “Hilde”.

Hilde: «Mia madre racconta sempre che in sala parto quando sono nata c’era una musica bellissima e che l’unico modo per farmi addormentare fino ai 3 anni era accendermi la radio. Non sono mai stata una grande musicista ma ho sempre adorato farmi accompagnare dalle note in ogni momento; ho studiato tastiera per 3 anni alle medie ed stato un disastro…  L’insegnante mi faceva suonare la stessa musica per mesi e mesi… così ho lasciato perdere!».

«Alle superiori, durante una gita scolastica, ho scoperto la chitarra e non l’ho più lasciata. E poi la vita dell’università con le sue strane coincidenze: un giorno mi trovai un opuscolo tra le mani, si trattava  di un corso di musicoterapia. Tornai a casa convinta di lasciare l’università di Lingue per intraprendere questa nuova direzione, stessa convinzione la mia famiglia, dopo aver ricevuto l’annuncio, ma in direzione opposta alla mia appena ritrovata certezza: “ No! Prima finisci l‘ università e poi fai quello che vuoi”. Così è stato!».

«Dopo la laurea mi iscrivo  al corso di Musicoterapia Evolutiva presso la Scuola di Biomusica a Roma. Tra le varie materie da studiare c’era “Ludicità applicata alla musica”, una vera rivelazione.
Dopo il diploma ho iniziato a lavorare come Musicoterapeuta con persone affette da varie patologie a Roma, ma soprattutto, ho avuto la possibilità di seguire dei corsi di aggiornamento di Propedeutica Musicale e così sono diventata co-responsabile di alcuni progetti si avvicinamento alla musica negli asili e nelle scuole materne di Roma.
Dopo anni di esperienza romana ho deciso di lasciare tutto e tornare nella mia “terra che sa di sale” per portare con me tutta questa valigia di note ed emozioni».
«Ora organizziamo qui un Corso per bambini, concepito allo scopo di far nascere  in loro un percorso di apprendimento che lo porterà ad arricchire con la musica il proprio patrimonio espressivo. Il familiare, partecipando attivamente mediante la produzione di melodie e ritmi appositamente creati per lo sviluppo musicale, condurrà il proprio bambino alla scoperta e all’esplorazione delle propria intelligenza musicale. Un’esperienza giocosa, partecipativa e di esplorazione che nutre la crescita armonica e permette ai bambini di sviluppare la loro intelligenza musicale ponendo le fondamenta per i loro futuri progressi».

Alepaz: «Raccontaci un episodio che ti è rimasto nel cuore».

Hilde: «Fortunatamente ogni momento che condividi con le mamme, papà, zii, nonne, e i propri bambini  resta nel cuore, ma tra i tanti ricordo con piacere “i primi passi”  di un bimbo che era al corso di avvicinamento alla musica. Eravamo lì, tutti intenti a suonare i nostri strumenti e lui all’improvviso si è alzato da solo ed è corso a cercare una maracas. Ricordo con grande emozione il sorriso della madre, e le sue lacrime».

 

About Alessandra

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*