IL PD PESCARESE ANTI-MASCIA (MA PRO-TIBONI)

Da il 21 marzo, 2013

tiboni_edoardoLa consigliera comunale di Pescara del Pd Paola Marchegiani, già assessore alla cultura,

scrive questa lettera aperta, che vi riproduciamo in toto:

«Dopo la quanto meno inopportuna decisione di far “transumare” il premio Campiello a Pescara, sede da “illo tempore” dell’illustre Premio Flaiano per la Letteratura, l’amministrazione Mascia dà un’ennesima prova di lungimiranza e di attenzione per la cultura. Il prestigioso edificio dell’ex-Aurum, restituito a Pescara dall’Amministrazione D’Alfonso, dopo anni di degrado e di totale abbandono, in cui l’aveva relegato il centrodestra, diventerà a breve sede di un “Corso di Avviamento alle Professioni Cinematografiche” a cura di una privatissima,  sconosciuta quanto altisonante Accademia Nazionale di Cinematografia gestita a sua volta dalla “nota” associazione culturale “San Benedetto” di Rosciano.

Il Comune di Pescara ha ritenuto di dover patrocinare quest’iniziativa privata (l’iscrizione al corso, i cui docenti sono giovani magari bravissimi, ma comunque ignoti a chiunque si occupi seriamente di cinema, comporta l’elargizione di SOLI euro 890) nonostante all’interno del Mediamuseum, ex-tribunale di Pescara, struttura che la stessa amministrazione ha da anni dato in comodato d’uso alla Fondazione Tiboni, si svolgano da un paio d’anni, corsi  di introduzione al linguaggio cinematografico  e alle tecniche del set, con un costo d’iscrizione inferiore ai 100 euro e con la direzione e la supervisione di Giuliano Montaldo.

Più che di ottusa miopia, sembra un caso di  cecità voluta: i nostri amministratori ricordano quella  scimmietta che si mette una mano davanti agli occhi… (mentre con l’altra elargisce prebende ai suoi protetti).

Purtroppo per Pescara le disgrazie non vengono mai sole».

Che dire del profilo di questa querelle?

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*