L’Antitrust boccia i criteri di ripartizione dei diritti tv: contino di più i risultati in campo

Da il 17 aprile, 2013

L’Antitrust chiede a Governo e Parlamento di modificare il sistema vigente dei diritti tv. Per l’Autorità occorre una ripartizione delle risorse “basata sul merito sportivo e decisa da un soggetto terzo diverso dalla Lega Calcio”

About rainews24

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*