Manager contro Alemanno: ‘Soldi alla segreteria’

Da il 25 gennaio, 2013

I soldi della tangente “erano destinati alla segreteria di Alemanno”. E’ quanto ha detto al gip di Roma Stefano d’Aprile Edoardo D’Inca’ Levis, imprenditore italiano residente a Praga, arrestato circa un mese fa. Per l’accusa fu lui il mediatore per la tangente da 600 mila euro per una commessa di 45 bus per il Comune di Roma. Alemanno:”Escludo nella maniera più categorica che membri della mia segreteria possano essere tra i destinatari di somme in denaro”

About rainews24

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*