RI-VERNISSAGE PER ACETO

Da il 19 aprile, 2013

Aceto 02 webLa Galleria Cesare Manzo di Pescara (in via Umbria 48) è lieta di ospitare nei propri spazi la seconda mostra personale di Lorenzo Aceto. Vernissage sabato alle 17.30.
Dopo lʼesordio caratterizzato da unʼinvestigazione sulla dimensione ambigua delle
immagini, condotta con gli strumenti del disegno e della grafica, lʼartista presenta in questa
occasione il risultato della sua produzione più recente, svolta interamente nellʼambito della
pittura. La primordialità rappresenta il nucleo tematico attorno al quale gravita lʼintera
esposizione: la ricerca di Aceto è infatti guidata dal tentativo di rievocare qualcosa di
arcaico. Ciò lo ha condotto a lavorare sullʼimmagine del monolito, inteso – sulla scorta
delle riflessioni di Mircea Eliade – come una ierofania. Un ciclo di lavori ha per soggetto gli
elementi tecnologici primitivi, le pietre scheggiate. Esse sono ritratte con unʼaccuratezza
formale quasi scientifica su un fondo neutro, contro il quale si stagliano alla stregua di
presenze metafisiche.
Alla preistoria è ispirata anche unʼaltra serie di dipinti che nasce dal film di Jean-
Jacques Annaud “La guerra del fuoco” (1981). Ambientata nellʼetà della pietra (circa 80.000
anni fa), la pellicola racconta della contesa fra due tribù di ominidi per il possesso del
fuoco. Lʼartista ne seleziona alcuni fotogrammi per rivisitarli attraverso la pittura. Il richiamo
alla preistoria si estende anche a livello formale, con lʼutilizzo dei pigmenti della pittura
paleolitica (tutti i fondi dei dipinti ad esempio sono a ocra rossa) e un processo pittorico
fondato sulla stratificazione. Lo stesso titolo della mostra è il suono usato dagli ominidi
nella pellicola per indicare il fuoco.
La seconda grande fonte cui Aceto attinge è rappresentata dai libri di storia naturale,
da cui sono derivati gli altri dipinti. Un trittico ha per soggetto le ere geologiche, e
rappresenta i tre regni animali dei dinosauri, dei mammiferi e dellʼuomo. Il mondo animale
diventa per lʼartista un serbatoio di forme da combinare in varie composizioni, sospese in
quel limite tra figurativismo e astrazione in cui vive la sua pittura.
Lorenzo Aceto è nato a Pescara nel 1985.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*