A MILANO PER JOHN GRANT

Da il 19 novembre, 2015

John Grant (1)Domenica 22 novembre sera c’è, al Fabrique di Milano (SPECIAL GUEST: FUFANU)

l’unica tappa italiana del nuovo tour del grande John Grant.

L’autore dei capolavori Queen of Denmark e Pale Green Ghosts, osannati da pubblico e critica, torna in Italia per un’unica data a novembre per presentare il nuovo acclamato album Grey Tickles, Black Pressure, registrato a Dallas con il produttore John Congleton (St Vincent, Franz Ferdinand, Swans) e con la partecipazione straordinaria di Tracey Thorne ed Amanda Palmer.
E’ già stato un viaggio straordinario quello che ha compiuto John Grant negli ultimi 5 anni: dall’essere sul punto di lasciare la musica a vincere premi e riconoscimenti in tutto il mondo, sino a collaborare con artisti del calibro di Sinead O’Connor, Rumer e Hercules & Love Affair.

Nella primavera del 2014 il suo penultimo lavoro Pale Green Ghosts ha ricevuto addirittura la nomination nella categoria Best International Male Solo Artist al Brits Awards accanto a Eminem, Justin Timberlake, Bruno Mars e Drake. Neanche nei sogni più rosei John avrebbe immaginato tanto.

Ma in realtà si è trattato di un riconoscimento dovuto e anzi tardivo per una delle più belle voci del ventunesimo secolo, cantautore di rara potenza lirica capace di trasmettere ogni atomo di dolore, di paura e di resistenza che ha accompagnato la sua vita non solo con un livello notevole di autoconsapevolezza, ma anche con un incredibile humour nero e scabroso.

Un viaggio iniziato nella sua casa natale a Buchanan, in Michigan e proseguito poi a New York, Londra, Berlino e, più recentemente, in Islanda, dove è stato registrato l’ultimo lavoro. E ‘stato anche un viaggio dal folk/country noir dei The Czars  alla’70s FM di Queen of Denmark, sino alla sorprendente fusione elettronica di suoni di Pale Green Ghosts.

E nelle ultime settimane è uscito il suo nuovo album, sempre più solare ed elettronico.
 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*