DOMENICA LE FAVOLE DEL FLORIAN

Da il 28 febbraio, 2012

Tornano, dopo il successo delle passate rassegne, i pomeriggi domenicali di Teatro ragazzi presso la sede del Florian Espace in via valle Roveto 39 a Pescara. Si parte domenica 4 marzo con un doppio appuntamento, alle 16:30 e alle 18:00. Posti limitati. Prevendita il giovedì e il venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Per riassaporare le storie  e le fiabe più classiche, trasversali alle generazioni.

La rassegna è denominata “Le favole del Florian“, è articolata in tre spettacoli e durerà fino a primavera. L’organizza il Florian Teatro stabile d’innovazione, in collaborazione con Espace promozione culturale.

Si inizia domenica 4 marzo con il racconto più conosciuto e amato al mondo, “La Cenerentola”, uno spettacolo del Florian, liberamente ispirato alla fiaba dei F.lli Grimm: regia di Mario Fracassi con Flavia Valoppi e le musiche eseguite dal vivo da Germana Rossi. Nello spettacolo le due interpreti, attraverso la semplice suggestione delle parole e del silenzio, il gioco del suono del violino, e della fisarmonica, riusciranno a ribaltare la realtà  e ad abolire spazio e tempo. Il racconto si svolge in una assoluta contiguità fisica con il pubblico; ma è anche un ritorno all’origine della fiaba domestica per bambini dei Grimm, al recupero sonoro della parola originale, e alla sua radicalità  espressiva.

 Domenica 18 marzo toccherà invece a “I Tre Porcellini” della compagnia “I Guardiani dell’Oca/Abruzzo Tu.Cur”., su libera ispirazione dalla celebre favola di Jacobs Joseph, in scena Zenone Benedetto e Tiziano Feola e gli splendidi pupazzi di Ada Mirabassi, le musiche di Antonio Cericola, regia di Zenone Benedetto.

Infine,  domenica  25  marzo  la  compagnia  Il Laborincolo  porterà  in  scena “7  in 1 colpo” con Marco Lucci e i suoi pupazzi, regia di Matthias Trager. La pièce, ambientata nella bottega di un sarto, racconta la famosa fiaba dei fratelli Grimm “Il prode piccolo sarto (sette in un colpo)”: la particolarità è che i burattini, protagonisti della rappresentazione, sono stati realizzati con gli stessi strumenti di lavoro del sarto: bottoni, fili e spilli.

Il costo del biglietto d’ingresso  è di 6,00 euro, sia per i grandi che per i loro bambini.

About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*