GALILEO GALILEI, PRIMA NAZIONALE AL FLAIANO

Da il 17 aprile, 2012

Stasera alle 21 presso l’Auditorium Flaiano di Pescara, c’è la prima nazionale della nuova produzione della rete Teatri d’Abruzzo: “Galileo Galilei, da Bertolt Brecht. Con Tommaso Di Giorgio, Stefania Evandro, Cristina Cartone, Marco Massarotti, Federica Nobilio, Ottaviano Taddei, Alberto Santucci, Rita Scognamiglio e Giacomo Vallozza. Costumi di Stefania Evandro, luci e suono a cura di Antonio Silvagni. Le musiche e la regia sono invece appannaggio di Giacomo Vallozza. Con la partecipazione straordinaria, per mezzo della proiezione di un video inedito, dell’astrofisica Margherita Hack, e di Marco Santarelli.

Lo spettacolo narra la storia, umana e politica, di Galilei, il matematico pisano che ha rivoluzionato il pensiero scientifico e filosofico degli ultimi quattro secoli. Parole, musica e immagini raccontano l’entusiasmo di un’epoca, il nuovo modo di porsi di fronte ai fenomeni della natura attraverso l’introduzione del metodo scientifico. La certezza di Galilei di poter convincere duchi e cardinali della fondatezza delle nuove idee, si abbatterà, purtroppo, contro il muro di dogmi e pregiudizi eretto dal potere ecclesiastico. Ciò nonostante, l’etica alla base di ogni disciplina scientifica, di cui Galileo si fa portatore, travalica la casa di Arcetri dove la Chiesa tiene il matematico agli arresti e dilaga nel mondo: “Io credo che la scienza non possa porsi altro scopo che quello di alleviare la fatica dell’esistenza umana”. Il popolo, come afferma Walter Benjamin, seppure nell’ombra, è il vero protagonista del Lieben des Galilei di Bertolt Brecht, opera che rappresenta il testamento spirituale dello scrittore tedesco.

In questa versione dei Teatri d’Abruzzo dieci attori/macchinisti ripercorrono la parabola di Galileo incarnando tutte le figure fissate nella commedia. A bordo di quell’officina/laboratorio che è il palcoscenico.

L’opera sarà replicata il 20 aprile al Teatro dei Marsi di Avezzano: matinée per gli studenti e poi in serale alle 21,00.

Ingresso a 10 euro.

About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*