IL RISO DISARMATO DEI REIETTI

Da il 9 marzo, 2012

Stasera, sabato sera e domenica pomeriggio, presso la nevralgica sede del Teatro Immediato di Pescara, in via Gobetti 29, tornerà in scena, repliche straordinarie a grande richiesta, “Reietti“,

una pièce liberamente tratta da  Samuel Beckett e Michel de Ghelderode, per la regia di Edoardo Oliva e Vincenzo Mambella: in scena lo stesso Vincenzo MambellaEdoardo Oliva e Enzo Spirito.

In una sorta di limbo, a tinte cupe e livide, con suoni distorti e sferraglianti, tre coppie di personaggi trascorrono insieme del tempo.

1) Un cieco e un paralitico che fantasticano sui benefici che ricaverebbero dalla congiunzione delle proprie angustie e solitudini esistenziali, ma il loro proposito naufraga subito (Frammenti di teatro I – S. Beckett).

2) Un re e il suo buffone che provano a esorcizzare l’immanente volteggiare della morte dentro il castello, ridendo di se stessi (Escurial – M. De Ghelderode).

3) Due modesti impiegati, due uomini senza qualità i quali, chiamati a valutare la veridicità dei motivi che dovrebbero avallare l’aspirazione suicida di un terzo misterioso personaggio, sghignazzano sulle loro effimere certezze (Frammenti di teatro II – S. Beckett).

L’ineluttabile coazione a vivere,  contrappuntata dal riso, disarmante, disarmato.


About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*