LA VITA È UNA COSA MERAVIGLIOSA, DICE BUCCIROSSO

Da il 17 febbraio, 2014
TV Fiction "VIP" Press Conference And PhotocallMartedì 8 febbraio – ore 21
Mercoledì 19 febbraio – ore 17 e 21
Carlo Buccirosso,forse il più conosciuto attore brillante napoletano contemporaneo, nato come spalla di Vincenzo Salemme, presentissimo anche sul grande schermo,  memorabile per esempio la sua interpretazione di Paolo Cirino Pomicino in “Il divo” di Sorrentino,è al Teatro Circus di Pescara in

LA VITA È UNA COSA MERAVIGLIOSA.
Commedia “autarchica”, scritta, diretta e interpretata infatti dallo stesso Carlo Buccirosso.La surreale vicenda di una famiglia che, per sopravvivere in un mondo ormai allo sbando che ha smarrito quei valori positivi e rassicuranti, schiva ogni rapporto sociale rifugiandosi tra le proprie mura domestiche, in un vero e proprio bunker familiare dove ne succederanno di tutti i colori.
Sul palco – insieme a Buccirosso -10 attori. La scenografia è di Gilda Cerullo, i costumi di Zaira De Vincentis, le musiche di Bruno Lanza.
«In un mondo che ha ormai smarrito i valori rassicuranti dell’anima, le certezze più confortevoli, le ancore di salvataggio di un’esistenza sempre più simile ad una lotta per la sopravvivenza, in cui lo stato e gli uomini chiamati a rappresentarlo appaiono sempre più come fantasmi in cerca di legalità ed onestà decedute da tempo, la fuga dal rapporto sociale ed il rifugio tra le proprie mura domestiche appaiono soluzioni tristemente indispensabili per la ricostruzione della dignità ed il rafforzamento della propria fede, quella che tiene unito l’uomo al proprio nucleo familiare come un cordone ombelicale indissolubile!
E sarà forse a quel punto che anche la più gigantesca, la più insuperabile, la più inesorabile delle crisi di un intero paese, forse di una intera umanità, sarà lasciata alle spalle come un ciclone che si allontana funereo e spietato a far danni in qualche altra parte del mondo, mentre la tua allegra famigliola, stretta a te, ti sorride felice, fiduciosa, rinsavita e speranzosa, consapevole e rigenerata, dal ritorno tra le mura confortevoli del proprio bunker familiare!»

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*