MOZART ALL’AQUILA

Da il 7 gennaio, 2014

Mozart- occhialiMozart”, un racconto, un’indagine, che diviene al tempo stesso un’appassionata confessione d’amore per Wolfgang Amadeus. Mozart inaugura l’anno nuovo di “LAVORI IN SCENA Azioni e Visioni contemporanee “, la rassegna dedicata alle nuove generazioni e alle nuove drammaturgie promossa  dal Teatro Stabile d’Abruzzo, da TeatroZeta e dal gruppo E.Motion.

L’appuntamento è presso il GRAN TEATRO ZETA, località Monticchio, L’Aquila, mercoledì 8 gennaio, alle 19,30.
Mozart” scritto, diretto e interpretato da Corrado Accordino racconta il più acclamato musicista del suo tempo, anche se un declino inevitabile oscurerà i suoi ultimi anni. Dall’adolescenza fino all’età adulta le vicende del nostro protagonista si sono unite e intrecciate alla vita e alle opere di Mozart.
La sua musica lo ha trasformato nel profondo, ha educato la sua sensibilità, gli ha imposto cambiamenti e scelte decisive. Un’adolescenza imperfetta e inquieta, l’incontro con il primo amore, la conquista di una propria identità, la sete di libertà e le fatiche economiche, sono solo alcuni dei momenti in cui la vita del genio e del protagonista si sono manifestate e hanno dialogato tra loro.
Ma oggi, nel pieno delle sua maturità, il nostro protagonista torna a porsi alcune domande fondamentali. “Dove nasce il genio? Dove si nasconde la capacità di vedere oltre? Che destino vive quell’uomo la cui anima è posseduta dai demoni dell’arte? Perché l’invisibile, che si manifesta attraverso il talento, lascia poi il suo artefice orfano e ancora assetato? Perché l’essenziale sfugge?”.

Ingresso intero 10 euro. Ridotto 6 euro.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*