MUSICAFUTURA, PER FAR RIVOLARE L’AQUILA

Da il 13 settembre, 2013

0101216161333214_20101216Presentata la rassegna MusicAfutura, la grande vetrina nazionale che torna a L’Aquila con un duplice obiettivo: promuovere i migliori talenti dei Conservatori italiani e, al contempo, contribuire al rilancio culturale e turistico della città duramente colpita dal terremoto del 6 aprile 2009.

 Sette giorni e diciassette esibizioni dei più promettenti giovani musicisti del panorama nazionale. Sono questi gli ingredienti principali di MusicAfutura, giovani vincitori del Premio Nazionale delle Arti in Vetrina, festival che è organizzato dall’ISMEZ/Onlus, Istituto Nazionale per lo Sviluppo Musicale nel Mezzogiorno e dal Conservatorio ‘A. Casella’ dell’Aquila, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo, del Ministero dell’Istruzione, l’Università e della Ricerca e di altri importanti organismi pubblici.

“Con questa rassegna, nata lo scorso anno, lavoriamo perché L’Aquila riprenda il suo ruolo fondamentale di culla della musica – ha spiegato il direttore del Conservatorio dell’Aquila Bruno Carioti- e se tutto ciò è possibile devo ringraziare i Ministeri partecipanti, l’Ismez e l’eccellenza amministrativa del Conservatorio, fondamentale nell’organizzazione che porta in città moltissimi giovani”.

Da martedì 17 a domenica 21 settembre, i vincitori della Sezione “musica” del Premio Nazionale delle Arti per l’anno 2012, iniziativa realizzata dal MIUR, si esibiranno tutti a L’Aquila, nell’Auditorium del Conservatorio di Musica “A. Casella”, con tre concerti a partire dalle ore 18.

L’apertura della settimana di MusicAfutura, lunedì 16 settembre alle 18 (Ridotto del Teatro Comunale) è affidata all’Orchestra Nazionale dei Conservatori, formazione che nasce da severe selezioni, diretta da Antonio Fogliani; il concerto inaugurale è una delle tappe del calendario della grande tournée europea dell’Orchestra nella ricorrenza del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi; un viaggio, partito l’8 settembre da Trieste, che toccherà Budapest, Cracovia, Varsavia e L’Aquila per finire con un concerto al Teatro dell’Opera di Roma.

Il 22 settembre si torna al Ridotto del Teatro Comunale, e chiude la Rassegna il concerto dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, che sarà diretta dal Vincitore del Premio Nazionale delle Arti per la sezione direzione d’Orchestra anno 2013Tutti gli appuntamenti saranno a ingresso libero.

Questo il programma completo:

lunedì 16 settembre

Orchestra Nazionale dei Conservatori, direttore Antonino Fogliani

 

martedì 17 settembre

Rocco Angilé composizioni acusmatiche – Conservatorio di Lecce

Costantino Rizzuti composizioni live – Conservatorio di Cosenza

Angelica Selmo clavicembalo – Conservatorio di Vicenza

 

mercoledì 18 settembre
Antonio Di Dedda
organo – Conservatorio di Foggia

Sebastiano Cellentani composizione (solista) – Conservatorio di Bologna

Maurizio Azzan composizione (ensemble) – Conservatorio di Milano

 

giovedì 19 settembre
Liang Yen Chi
contrabbasso – Conservatorio di Roma

Erica Piccotti violoncello – Conservatorio di Roma

Trio Rusalka musica da camera e d’insieme – Conservatorio di Trieste

venerdì 20 settembre
Tommaso Pratola
flauto – Conservatorio di L’Aquila

Marcello Paolo Guarnacci fisarmonica– Conservatorio di Latina

Francesco Bordino musiche pop e rock originali: gruppi, solisti e voci– Conservatorio di Cuneo

 

sabato 21 settembre

Matteo Flori percussioni – ISSM di Terni

Ensemble Batucada Percussion percussioni ensemble – Conservatorio di Salerno

Five Coast Quintet jazz’s ensemble – Conservatorio di Rovigo

 

 domenica 22 settembre

Orchestra Sinfonica Abruzzese, direttore vincitore sezione Direzione d’Orchestra 2013

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, attraverso la Direzione Generale AFAM che si occupa del settore della formazione artistica, organizza ormai da 10 anni il Premio Nazionale delle Arti, per individuare i migliori talenti che studiano nei nostri Conservatori: gli Istituti, a rotazione, organizzano i concorsi riservati alle varie sezioni (musica elettronica, jazz, organo, chitarra, violino, fisarmonica, pianoforte, percussioni, voce, musica da camera, musica antica, direttore d’orchestra, ecc.) e individuano per ciascuna il vincitore. MusicAfutura li mette tutti insieme e li presenta al mondo degli addetti ai lavori, con l’intento di creare un collegamento concreto tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro.

 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*