THE NUDE PRIZE, E VANESSA BEECROFT: GLI ARTISTI DEL PREMIO FURLA

Da il 18 novembre, 2014

3_Vanessa_Beecroft_VB48_2001Maria Iorio e Raphaël Cuomo sono i vincitori della decima edizione del Premio Furla dal titolo The Nude Prize. La proclamazione ha avuto luogo nel corso della conferenza stampa di presentazione della decima edizione del premio, che si è svolta questa mattina nella Sala delle Otto Colonne a Palazzo Reale. La conferenza stampa è stata introdotta da Domenico Piraina, Direttore di Palazzo Reale, con interventi di Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Giovanna Furlanetto, Presidente Fondazione Furla, Chiara Bertola, Curatrice Premio Furla, Giacinto Di Pietrantonio, Curatore e membro del comitato scientifico Premio Furla e Vanessa Beecroft, artista, madrina della decima edizione del Premio Furla (nella foto una sua istallazione).

La giuria internazionale, composta da Vanessa Beecroft nel ruolo di Presidente, Teresa Gleadowe (Presidente, Nottingham Contemporary, Nottingham), Barbara Hernandez (Direttore, SOMA – Città del Messico), Alya Sebti (Direttore Artistico, Quinta Biennale di Marrakech) e Benno Tempel (Direttore, Foundation Gemeentemuseum Den Haag, The Hague) ha così motivato la sua scelta:
La giuria ha riflettuto a lungo sulle opportunità offerte dal Premio Furla: la residenza presso SOMA in Messico e la mostra retrospettiva a Palazzo Reale a Milano nel marzo 2015, così come la produzione completa di un nuovo progetto d’opera.
Si è cercato di capire quale artista avesse il potenziale per beneficiare di queste opportunità e chi tra i cinque finalisti potesse rispondere al meglio ai diversi contesti messi in campo dal Premio.
Il lavoro prescelto crea un ponte tra la storia e le istanze del presente più rilevanti in Europa e nel mondo. Esplora questioni come la migrazione (immigrazione/emigrazione), le pratiche d’archivio nei musei, la memoria e la costruzione culturale di questi temi, controbilanciando il modo in cui sono normalmente trattati nella società dei mass media e introducendo nuove prospettive.
La giuria ha il piacere di consegnare il Premio Furla a Maria Iorio e Raphaël Cuomo
”.

Simone Frangi è il curatore italiano che, affiancato da Virginie Bobin, ha selezionato la coppia di artisti Maria Iorio e Raphaël Cuomo per la partecipazione al Premio Furla 2015.

– I vincitori del Premio Furla si aggiudicano la possibilità di realizzare l’opera proposta in progetto, che sarà interamente prodotta dalla Fondazione Furla.
– Insieme ai vincitori delle nove edizioni precedenti la coppia di artisti parteciperà alla mostra retrospettiva dedicata al Premio Furla, che si terrà a Palazzo Reale dal 5 marzo al 12 aprile 2015.
– I vincitori e il loro lavoro saranno presentati al pubblico in occasione della prossima edizione miart, la Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea che si svolgerà a Milano dal 9 al 12 aprile 2015.
– Il lavoro realizzato sarà presentato in anteprima presso la Fondazione Querini Stampalia a maggio 2015, in concomitanza con la 56. Biennale di Arti Visive di Venezia.
– Inoltre, così come per le edizioni precedenti, la coppia di vincitori del Premio Furla avrà la possibilità di studiare e lavorare all’estero, grazie alla partecipazione a un progetto diresidenza d’artista della durata di tre mesi, che per questa edizione si svolgerà presso SOMA a Città del Messico. La gestione della residenza è affidata a Viafarini, centro di documentazione sull’arte contemporanea che, dalla quinta edizione, raccoglie l’archivio generale del Premio Furla e che collabora all’ospitalità dei curatori stranieri grazie al programma di residenza milanese VIR Viafarini-in-residence.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*