La competizione tra donne (blog di sola lettura)

Da il 23 Agosto 2019

La competizione tra donne

è quanto di più atavico esiste.

Si assiste a una lotta generazionale, di genere e anagrafica tra donne dalla notte dei tempi.

Una lotta di sopravvivenza cinica e spietata

dove la merce contesa spesso è simbolo sessuale di seduzione e di bellicosa beltà.

Avanti a chi è più bella e senza peccato.

Avanti alla messa in mostra esibita o pudica delle contemplate bellezze femminili.

Avanti ai disadorni abiti

succinti o alle

nuditè

per mostrare  e trionfare nella sfida del reame.

Tutte che compiono questa profilassi di esibita o malcelata bellezza da mostrare o

nascondere.

Tutte che si sentono in competizione come

in un harem virtuale per ottenere più visibiltà instagrammer,

o nella vita reale.

E vai all’asta di bei lati B:

allo zoom dei piedini con lo smalto lacchè,

alla mise conturbante erotica svampita,

allo sguardo seducente e vertiginoso,

al seno ritoccato bello gonfio e ridondante

E vai al trucco imperante,

e vai alla carrellata di pose rinascimentali

o alla Goya desnuda.

E vai al Flamenco di invidie giurassiche.

C’è la signora che ne fa un vanto di modestia,

la ventaglista che fa a gara con la piazza,

quella che fa il tip e tap per collimare la concorrenza.

E vai alla corsa contro il tempo.

Al traguardo innocente e spasmodico

di apparire sempre  belle.

Mi chiedo per chi siamo così in guerra?

Per i maschietti che vorremmo che guardassero solo le nostre gambe?

Per vanto?

Per esibizionismo?

Per natura?

Per lotta di sopravvivenza?

Per edonismo?

Per sterile vanità?

Per i vantaggi del sistema?

Per sadismo?

Questi maschietti guardano solo la forma bella,

la connessione,

la caducità

per perfezione dei pixel.

Come davanti a un quadro

cadono in discutibili tentativi di seduzione,

boccheggiando frasi per tutte le occasioni

degni di un breviario

buono solo per

un attimo-gemito.

E allora donne,

voi che conoscete le armi,

deponetele e usatele,

ma non contro voi stesse.

Il tempo è veloce.

non si stanca,

non lottate contro il tempo.

Camminate e

fermatevi

senza

correre.

Non siate perfette,

ma per voi stesse!

Di Mariangela Gaspari

blog di sola lettura©

Ogni riferimento è puramente casuale

ma frutto di sola osservazione.

mariangela.gaspari3@libero.it

Blog solo lettura: smartphone kalašnikov

 

 

 

 

 

About Mariangela Gaspari

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *