Sì è vero, spesso sto zitta e mi esprimo poco BLOG DI SOLA LETTURA

Da il 7 Agosto 2019

Si, è vero.

Spesso sto zitta e mi esprimo poco.

Osservo;

Mi osservo.

Guardo attorno a me l’ottundimento generale della società che vira

verso la compulsione,

verso il consumismo,

l’ostentazione,

la virilità,

l’edonismo.

Sento vicino a me il rumore dei soldi desiderati,

il vizio della finta modestia,

il funambolismo della retorica analfabeta,

la risata grottesca ed empia,

la lotta delle illusioni

e la giostra tra i provinciali che si

barattano l’elmetto.

Vedo questa pusillanime gente che

costruisce castelli e si cucina di

giuggiole a fuoco lento.

Questo sport di bandiera,

questo interrogatorio forzoso.

Bisogna rendersi conto che

nessuno debba  rendere conto.

Tutti che chiedono il dettaglio

delle azioni.

Tutti che anelano il castello dorato e

fanno fondamenta

di cartapesta.

Tutti che pianificano la vita degli altri

e pontificano

la vita degli altri.

Tutti che giudicano la vita degli altri.

Tutti che innaffiano di bile la vita degli altri.

Tutti che mirano l’infelicità degli altri.

Ma chi sei tu per sapere

quello che è più giusto per me?

Chi sei tu per pavoneggiarti di iridata giustezza?

Chi sei tu per celebrare la tua arroganza?

C’è un’arroganza subdola e modesta

che si avvale di

controriforme minute e discorsive.

Di placide asserzioni,

dolci e di martello

che vorrebbero disegnarci a loro immagine e desio.

Profeti del giusto

e del buono;

Moderni sacerdoti perfetti

che distillano

goccia su goccia

verità assolute e di dovere

e lottano per questo comune denominatore che agognano.

 

DI MARIANGELA GASPARI

blog di sola lettura©

Ogni riferimento è puramente casuale

ma frutto di sola osservazione.

mariangela.gaspari3@gmail.com

Blog solo lettura: smartphone kalašnikov

 

 

 

About Mariangela Gaspari

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *