FOLKLORE: FESTA DELLE PANICELLE

Da il 1 febbraio, 2012

 In onore di San Biagioprotettore dei lanaioli e dei malanni alla gola, venerdì tre febbraio si svolge la festa delle panicelle, a Taranta Peligna, in provincia di Chieti.  Con una cerimonia di grande fascino, vengono preparate le “Panicelle”, pani a forma di mano che vengono distribuite fra le genti del paese. Il legame tra Taranta Peligna e il culto di San Biagio è testimoniato anche dalla presenza dei lanifici che hanno dato lustro al pese per la lavorazione delle coperte abruzzesi chiamate “tarante”.

Le panicelle, segnate con il marchio di San Biagio, che è il timbro della Confraternita, sono accomodate su recipienti di pietra levigata detti piatene.

Da qualche anno il trasporto ha assunto la forma di un vero e proprio corteo serale, tra due ali di folla che rischiarano la strada con il lume delle fiaccole. Venerdì, durante le cerimonie liturgiche e dopo la processione, le panicelle saranno distribuite ai fedeli che le mangeranno in devozione di San Biagio, conservandone alcune, per preservare soprattutto i bambini dal mal di gola.

About Mariangela Gaspari

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*