Quando la morte arriva in bicicletta

Da il 25 novembre, 2015

Artemia Edizioni con il patrocinio del Comune di Mosciano S. Angelo (Te)

presenta:

Venerdì 27 novembre 2015 – ore 17,30
Sala Consiliare del Comune di Mosciano S. Angelo (Te)

il libro «Quando la morte arriva in bicicletta” (Il Processo Iobbi – 1947)

della collana “La Corte!” Processi celebri teramani n. 28 – € 12,00

del prof. Elso Simone Serpentini

È stata una giornata molto faticosa.

Maria Di Giovanni si sente più stanca di altre sere. I suoi 49 anni cominciano a pesarle. Il lavoro nei campi è duro, tirare avanti la casa

e la famiglia è ancora più duro, anche se

le figlie le danno una mano.

Vienna, Olga e Leonilde non sono ancora sposate e stanno sfaccendando per la casa, consentendo così a lei di starsene un po’ in pace, a riposarsi, davanti al caminetto

ancora acceso. La sua prima figlia, Adele, ha

24 anni ed è sposata, ma è rimasta anche lei

in casa, una casa patriarcale,

insieme con il marito.

In quel momento sta cucendo.

Sono le 20,30 di lunedì 10 marzo 1947.

Una finestra si apre e, ancora prima di

mettere a fuoco le luci fioche dei non molti paesi vicini, la donna sente qualcosa

che le pare il miagolio di un gatto, ripetuto,

ad intervalli, Ma non si tratta di gatti

in amore, come pensa. La realtà che le si presenta davanti quando accorre è tragica.

È arrivata la morte, in bicicletta.

About Mariangela Gaspari

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*