La musica dei grandi romantici nel concerto pescarese della Kodaly Philarmonic Orchestra

Da il 18 ottobre, 2018

00000000000000000000000000000000000000000000000000Franz Schubert e Robert Schumann. La musica dei grandi romantici nel concerto pescarese della Kodaly Philarmonic Orchestra per la Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”

La cinquantatreesima Stagione Musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara presenta, venerdì 19 ottobre, una grande orchestra di caratura internazionale: la Kodaly Philarmonic Orchestra, diretta da Dániel Somogyi-Tóth e con la violoncellista Erica Piccotti come solista. Il programma prevede musiche di Franz Schubert (Ouverture nello stile italiano e la Sinfonia n. 5) e Robert Schumann (Concerto in la min. op. 129 per violoncello e orchestra).

Il concerto si svolgerà al Teatro Massimo di Pescara, con inizio alle ore 21. Il biglietto di ingresso costa 20€ (ridotto a 15€ per i soci della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”) e si può acquistare sui circuiti online e a Pescara, presso la sede di Via Liguria.
Il concerto è realizzato nell’ambito del Progetto Circolazione Musicale in Italia del CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica.
La Kodály Philharmonic è l’orchestra della città di Debrecen, seconda città ungherese, dopo Budapest. Il primo concerto risale al 13 maggio 1923 con la denominazione di Debrecen MAV Philharmonic Orchestra ed in breve tempo divenne una delle principali orchestre ungheresi sotto la guida di Emil Abrányi. Nel 1951 Vilmos Rubányi fu nominato direttore e, oltre ai concerti organizzati in tutta l’Ungheria, partecipa alle rappresentazioni del lirico Teatro Csokonai. Negli anni ’90 il Comune di Debrecen ha riconosciuto l’alto valore e fondamentale ruolo nella vita culturale della città e della regione ed ne ha assunto il sostegno e patricinio. L’orchestra collabora con frequenza con il Coro Femminile Kodály, fondato da Gyorgy Gulyás. L’orchestra è stata guidata da direttori ungheresi di fama come János Ferencsik, Adam Medveczky, János Kovács, András Ligeti, Tamás Vásáry e Zoltán Kocsis, e da diversi famosi direttori internazionali come Carlo Zecchi, Lamberto Gardelli, Carlo Dutoit, Karel Ancerl e Kobayashi Ken-Ichiro. Oltre che con solisti ungheresi come Annie Fischer, Dezso Ránki, Zoltán Kocsis, Miklòs Perényi, Jeno Jandò e Gergely Bogányi, l’orchestra ha effettuato concerti con la partecipazione di Gidon Kremer, Martha Argerich, Gyorgy Sándor, Sándor Végh, Lazar Berman ed Igor Oistrakh. Dal 2011 l’orchestra si esibisce, con il permesso della signora Kodály, Sarolta Péczely, con la denominazione attuale di Kodály Philharmonic Debrecen. Dallo stesso 2011, Dániel Somogyi-Tòth è il Direttore generale ed artistico con l’obiettivo di dare all’orchestra maggiore reputazione e fama e sostenere la missione artistica del compositore ungherese con l’esecuzione di tutte le sue opere. L’orchestra è stata invitata più volte in Francia, Italia, Germania, Svizzera, Austria, Polonia, Slovacchia, Bulgaria, Romania, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Corea del Sud e Marocco. Recentemente ha collaborato con Ravenna Festival alla realizzazione del trittico “Lungo il Danubio”.
La Stagione Musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” prosegue venerdì 26 ottobre 2018 con un maestro indiscusso del panorama concertistico internazionale, vale a dire il celebre violonista Shlomo Mintz che si eseguirà, insieme al pianista Sander Sitting, musiche di Mozart, Chausson, Brahms e Sarasate.
Scheda del Concerto

Kodály Philharmonic Orchestra Debrecen
Dániel Somogyi-Tóth, direttore
Erica Piccotti, violoncello

Programma.
Franz Schubert
Ouverture nello stile italiano in do magg. op. 17
Robert Schumann
Concerto in la min. op. 129 per violoncello e orchestra
Franz Schubert
Sinfonia n. 5 in si bem. magg. D. 485


Venerdì 19 ottobre 2018. ore 21

Teatro Massimo

Pescara. Via Caduta del Forte, 15

Biglietto di ingresso. 20€ (Soci STM Luigi Barbara: 15€)


Contatti

Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”. Pescara

About Mariangela Gaspari

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*