CENERI: AL MATTA NEL WEEKEND SI RICORDA AUSCHWITZ

Da il 21 gennaio, 2014

ceneri.6.1.2Florian/FLUSSI Accadimenti Plurimi, il programma di attività culturali del Florian Teatro Stabile d’Innovazione propone in collaborazione con l’Associazione Deposito dei Segni Onlus due giornate dense di appuntamenti in occasione della “Giornata della Memoria”.

Si inizia venerdì 24 gennaio alle 18 allo Spazio Matta di Pescara con il documentario storico “La Liberazione di Auschwitz”, regia di Irmgard von zur Mühlen. Il documentario mostra tutte le riprese effettuate dagli operatori sovietici dopo la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, tra il 27 e 28 gennaio 1945. Nel documentario viene intervistato il cineoperatore Woronzov, l’unico operatore vivente tra quelli che avevano ripreso la liberazione di Auschwitz, che costituiva il più grande complesso nazista di campi di concentramento a cui facevano riferimento oltre 40 sottocampi, situati per lo più presso gli stabilimenti industriali tedeschi. Ben visibile, dalle riprese aeree, è il complesso industriale della Buna di proprietà della I.G. Farben, gli stabilimenti industriali dove sorsero i campi di concentramento Auschwitz I, Auschwitz II-Birbenau, Auschwitz III Monowitz. Un documentario storico di rara importanza per comprendere il sistema concentrazionario ed il suo perfetto funzionamento. 

Al termine della proiezione, alle 19 seguirà un aperitivo cenato.

Alle 21 andrà in scena in prima nazionale lo spettacolo “CENERI…2701194527012014”. Testimonianze sull’Olocausto, un progetto artistico di Deposito Dei Segni Onlus di e con Cam Lecce e Jörg Grünert, con musiche originali di Luigi Morleo.

CENERI propone una lettura trasversale del genocidio nazista, riportando l’indicibile storia del Nazifascismo alle sue matrici economiche e finanziarie seguendo il percorso, spesso sotterraneo, delle burocrazie europee, dalla guerra agli anni della pacificazione.

L’installazione CENERI usa la metafora del treno, in cui sono presenti immagini di repertorio dei campi di concentramento, senza spettacolarizzare gli orrori nazisti,  dando un senso di continuità del tempo storico che arriva nel presente.

Gli appuntamenti di questo progetto riprendono domenica 26 gennaio con una replica pomeridiana, alle 17,30  di “CENERI…2701194527012014”. A seguire,  alle 18,30 si terrà una conferenza dal titolo: “ Fascismo e Nazismo: uno sguardo di genere. Spunti di riflessione”. Interverranno lo storico Enzo Fimiani, Presidente ANPI/Pescara e la storica  Sara Follacchio. Una riflessione sul maschile ed il femminile in riferimento al fascismo e al nazismo.

Solo per la serata di venerdi 24 gennaio, per chi desidera partecipare alla proiezione del documentario storico, prendere parte all’aperitivo cenato e assistere allo spettacolo è in promozione un biglietto unico di 12 euro.  Nelle giornate del 24 e del 26 per la sola partecipazione allo spettacolo il costo dei biglietti è 10 € per l’intero, 8 € per il ridotto, 6 € per studenti e artisti.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*