GUIDA RAGIONATA, APPASSIONATA AI NUOVI FILM DELLA SETTIMANA

Da il 28 settembre, 2012

La settimana appena passata per un appassionato di cinema della nostra città è stata particolarmente difficile.

Ho scoperto solo in ritardo che il film di Daniele Ciprì è in rassegna al cinema Massimo, mentre molti altri film sono irraggiungibili nelle nostre sale. Penso a Pietà di Kim ki-duk, per cui dovremo aspettare gli Imperdibili del sant’Andrea o la rassegna all’Arca del giovedì d’autore….

Nel frattempo ecco le mie impressioni sui film in uscita:

 Reality, di Matteo Garrone

Se c’è un regista in Italia che non ha ancora sbagliato un colpo è proprio il regista campano-romano. Un regista riflessivo, si prende del tempo tra un film e l’altro ed é sempre alla ricerca di nuovi argomenti tentando di distinguersi dal cinema da camera all’italiana. Il titolo della sua ultima fatica non trascina d’impatto in sala, ma dopo aver letto una sua intervista sul Resto del Carlino, mi sono convinto che il film meriti. Vincitore al festival di Cannes del Gran premio della critica, sono curioso di sapere come andrà nelle sale del Belpaese. Ancora una volta il cineasta si avvale di alcuni attori non professionisti, tra cui un vero ergastolano, che aveva tentato inutilmente di coinvolgere ai tempi di Gomorra.

Parlare di reality in Italia è un’operazione ad alto rischio, inutile nasconderlo: il Grande fratello ha sempre avuto un pubblico importante anche se ora è in declino; inoltre é facile cadere nello stereotipo, nel semplice giudizio. Mi sento comunque molto fiducioso, e ne consiglio assolutamente la visione.

Film per buongustai della sala.

 I bambini di cold Rock, di Pascual Laugier

So che non si fa, ma ho sentito dire talmente male da un amico che stimo per i suoi gusti cinematografici che decido di sconsigliarne la visione. Ci sarà un motivo se questo film non è stato comprato da nessun festival cinematografico. Probabilmente è il solito film di cassetta realizzato a tavolino da produttori squalo, la ricetta é semplice: un’attrice gnocca, Jessica Biel, un po’ di sangue qua e là, meglio se abbondante per accaparrare le simpatie dei più giovani, e speriamo che ci fa incassare un po’ di “sordi”…

Film per scriteriati.

L’intervallo, di Leonardo Di Costanzo

Ho letto in diversi blog che questo è stato il film più applaudito al Festival di Venezia! Un punto a suo favore. La storia è ambientata a Napoli come molte altre storie nazionali, non un punto a favore. Poi ho fatto qualche ricerca sugli autori. Di Costanzo è un insegnante di regia di cinema documentario all’atelier Varàn di Parigi. Gli sceneggiatori sono Maurizio Braucci co-sceneggiatore di Garrone in Gomorra e Reality; Mariangela Barbanera co-autrice del bel documentario L’orchestra di piazza Vittorio. Inoltre Francesca Riso e Alessio Gallo di cui non ho mai sentito parlare, ma quando vedo molti sceneggiatori le buone sensazioni sui film che mi appresto a scegliere, aumentano. Mi aspetto insomma un film di livello, una regia attenta e un punto di vista forte sulla realtà.

Film per chi é sempre alla ricerca.

 Magic Mike, di Steven Soderbergh

Dopo una serie di pellicole nostrane torno all’amata terra lontana, l’America.

I film del regista di Traffic sono sempre consigliati, quindi se avete voglia di vedere un film fatto bene che ha un inizio, uno svolgimento e una fine, questa è l’occasione buona. So bene che adesso  state pensando che il giornalista è pazzo, probabilmente è vero ma guardate che vedere un film con una struttura ben definita, come il vecchio cinema classico hollywoodiano, non è affatto scontato…

Film imperdibile per gli studenti di cinema, Soderbergh è uno che sa usare la macchina da presa come pochi, andiamo e prendiamo appunti. Film per tutte le stagioni.

About Peter Ranalli

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*