PESCARA, DOCUMENTARIO, IN A DAY

Da il 17 dicembre, 2014

 life-in-a-dayDomani, giovedì 18 dicembre al Mediamuseum di Pescara giornata conclusiva del 16° Festival Internazionale del Cortometraggio “Scrittura e Immagine” con la premiazione dei vincitori. La giuria ha assegnato il premio per la sezione Scrittura e Immagine all’estone Anu-Laura Tuttelberg per “On the Other Side of the Woods” e una menzione speciale all’abruzzese Daniele Campea per il cortometraggio “Baùll”. Al Festival sono pervenuti i lavori di filmmaker, società di produzione e scuole di cinema, tra le più importanti europee.

Alle ore 19,30 saranno proiettati i corti vincitori e consegnati i premi. Seguirà la proiezione di “Italy in a Day” di Gabriele Salvatores: tramite un’elaborata campagna pubblicitaria e di comunicazione online la società di produzione Indiana e Gabriele Salvatores hanno chiesto a chiunque lo volesse di riprendere brandelli della propria giornata (tutti nella stessa: il 26 Ottobre 2013) e inviarli. Il risultato sono stati 44.000 video per un totale di 2.200 ore di girato che il regista e la sua squadra ha selezionato e montato per raccontare un giorno nella vita degli italiani oggi. Riprendendo l’idea di Life in a Day (di Kevin McDonald patrocinato, come questo, da Ridley Scott e la sua casa di produzione) Gabriele Salvatores reinterpreta il medesimo format per, contemporaneamente, scoprire come l’Italia si racconti e cercare di contribuire a raccontarla attraverso lo specifico filmico, cioè il montaggio. Coerentemente con il “format” originale i video inviati vengono affiancati seguendo le ore del giorno, a partire da tutti quelli girati dopo la mezzanotte, passando alle albe, i risvegli e poi le mattine e via dicendo fino di nuovo alla mezzanotte.

Nel pomeriggio alle ore 16,30 selezione dei seguenti corti vincitori: Les PetitS Cailloux di Chloé Mazlo (Francia), BaMako, Annèè 0 di Julien Fiorentino e Stanislas Duhau, (Francia), Daphnè ou la Belle PLante di Sébastien Laudenbach e Sylvaine Derosne, (Francia), Papa di Girlin Bassovskaja (ESTONIA), Mienin di David Cordero Garcia (Spagna), El Balsero di Guillermo Zapata (Spagna), On the Other Side of the WoodS di Anu-Laura Tuttelberg (Estonia), Baùll di Daniele Campea e Unisono di Paolo Budassi.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*