Il paradiso dei “campeggiatori digitali”

Da il 27 Aprile 2019

Quattro giorni e quattro notti non stop, 450 ore di contenuti, 4 mila tende, 20 mila visitatori attesi, 250 speaker provenienti da tutto il mondo che si alterneranno su sei diversi palchi.

Si accendono i motori per la terza edizione di Campus Party, il più grande festival internazionale sul mondo dell’innovazione e della creatività, che si terrà a Milano dal 24 al 27 luglio.

È l’evento più atteso dai giovani digitali: un format unico nel suo genere, live 24 ore su 24, con la possibilità per i campuseros (così vengono chiamati i partecipanti) di dormire nelle tende fornite dall’organizzazione e poter vivere fianco a fianco per quattro giorni e quattro notti sentendosi parte di una vera community, dentro il più grande geek camping al mondo.

“Sui nostri palchi quest’anno ospiteremo anche cyborg, biohacker e attivisti digitali” – dichiara Carlo Cozza, presidente di Campus Party Global -. Sarà un’edizione ricca di novità, a fianco di partner d’eccezione. I ragazzi che vengono a vivere questa esperienza hanno nel DNA l’innovazione, la curiosità e sono la speranza del nostro Paese. Sono ragazzi che spenderanno una settimana delle loro vacanze nel tentativo di migliorarsi e di dare un impatto positivo al futuro loro e di tutti”.

Scoperte, sfide e connessioni saranno le tre parole chiave della terza edizione di Campus Party che vuole festeggiare quest’anno le grandi conquiste dell’essere umano. Non è un caso che nel 2019 si celebreranno il cinquantesimo anniversario della missione Apollo 11, che ha portato per la prima volta l’uomo sulla Luna, e la nascita del World Wide Web nel 1989, che ha contribuito in maniera determinante alla nascita della Information Age.

Realizzato con l’obiettivo di creare un unico grande network che coinvolga ragazzi, relatori, aziende partner, istituzioni e università, Campus Party vedrà un palinsesto multidisciplinare con tantissima tecnologia da provare e un vero e proprio villaggio con 4 mila tende fornite dall’organizzazione.

 Grazie all’importante partnership con la Conferenza dei Rettori delle Università italiane (CRUI) e con i più importanti atenei, gli studenti che parteciperanno ai percorsi di formazione denominati “Campus Party Masterclass” che si svolgeranno durante l’evento otterranno una certificazione digitale riconosciuta a livello europeo. Tale certificazione potrà dare diritto su richiesta alla conversione in Crediti Formativi Universitari (CFU) nei corsi di studio e nelle università che lo prevedono.  

Campus Party si sviluppa in tre grandi aree:

Arena: il cuore dell’evento, con 6 palchi, 2 workshop e 3 Bar Camp sui quali saliranno relatori di spicco nel panorama nazionale e internazionale. Un ampio coworking, numerose attività speciali dove formarsi e fare networking. Non mancheranno le attività di Open Innovation: i partecipanti potranno prendere parte ai CPHack (format esclusivo di hackathon firmato Campus Party) per vincere grandiosi premi o darsi al confronto creativo con i top manager grazie al reverse mentoring, format non convenzionale in cui i giovani potranno offrire alle aziende e istituzioni il loro punto di vista attraverso suggerimenti e proposte di miglioramento.

Experience: l’area interattiva per eccellenza, dove toccare con mano il futuro e le tecnologie innovative: robot, droni, Virtual e Augmented Reality, simulatori, tornei e aree dedicate al gaming. Non mancherà il mondo esport, con postazioni dedicate e la presenza di Campus Party Sparks, che grazie a un team internazionale di giovani promesse sta raggiungendo straordinari successi. La squadra di League of Legends ha da poco conquistato la vittoria del torneo ​PG Nationals Vigorsol Beats 2019, accedendo agli European Masters.

Village: l’area di riposo dei campuseros, un vero e proprio campeggio allestito all’interno della Fiera, dove riposare in tenda e trovare infrastrutture dedicate al relax, che rendono Campus Party il più grande geek camping al mondo.

Campus Party quest’anno sarà rivolto anche ai giovani dai 14 ai 18 anni che verranno coinvolti in un progetto di orientamento al lavoro e di alternanza pensato per avvicinarli, in modo innovativo, dinamico e vocazionale, al mondo del lavoro (Campus Party Connect). Centinaia di studenti del triennio delle scuole superiori potranno seguire un programma dedicato che li coinvolgerà in una simulazione interattiva di un tipico processo aziendale attraverso un gioco di squadra competitivo e informale.

All’interno dell’Arena vi sarà anche una Job Factory raddoppiata nelle dimensioni. Realizzata in collaborazione con HRC Digital Generation, la Job Factory è uno spazio di incontro non convenzionale tra giovani e aziende per scoprire le professioni più richieste, con eventi e appuntamenti per approfondire le nuove tendenze del mondo del lavoro. Un laboratorio full-time di formazione, orientamento e sperimentazione, con un’area “Skillz workout” – dedicata a potenziare il proprio profilo professionale e a sviluppare una ricerca attiva di lavoro – momenti di incontro e condivisione con i manager, job vacancy, interventi di storytelling con testimonial aziendali d’eccezione, simulazioni di colloquio e soluzioni per presentare in maniera rivoluzionaria il cv.

Gli speaker della terza edizione. Sono oltre 250 gli ospiti che saliranno sui palchi di Campus Party, tra cui i main speaker: Aimee Van Wynsberghe, presidentessa e co-founder della “Foundation for Responsible Robotics” che parlerà dell’etica dei robot e del perché è un tema cruciale per il futuro prossimo, Daniele Bigi, responsabile degli effetti speciali di Industrial Light&Magic che ci svelerà i segreti del film Ready Player One, candidato agli Oscar nella categoria “Migliori effetti Speciali” e Valeria Cagnina, 17 anni e già eccellenza italiana nel mondo della robotica, tra le 50 donne più influenti nel mondo tech.

Tra gli altri relatori anche anche Mattia Barbarossa, diciottenne premiato dall’ESA per il progetto che permette lo scambio di carichi spaziali, Adrian Fartade, divulgatore scientifico e YouTuber, il regista Alessandro Avataneo di Scuola Holden, Alfredo Morresi, Senior Community Manager, Developer Relations at Google.

Come partecipare

Per acquistare un biglietto per #CPIT3 e vivere l’evento da campusero (Abbonamento 4 giorni + pernottamento 4 notti e tenda in Area Village): italia.campus-party.org/biglietti

Sito web:  italia.campus-party.org |

Facebook @campuspartyitalia | Twitter @campuspartyIT | Instagram  @campuspartyit

 

 

 

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *