L’album che celebra il successo dei “protetti” di Prince

Da il 4 Maggio 2019

Prince sarà per sempre ricordato come un grandioso performer live, un artista da primi posti in classifica, un rivoluzionario dell’industria musicale. Durante tutto il tempo passato sotto i riflettori nella sua carriera lunga 4 decenni, ha lavorato senza sosta anche dietro le scene per promuovere talenti e canzoni di artisti emergenti che rispettava.

A giugno il Prince Estate, in collaborazione con Warner Bros. Records e TIDAL pubblicherà Originals, un album di 15 tracce con 14 registrazioni inedite che mettono in luce il ruolo vitale dietro le quinte che il genietto di Minneapolis ha esercitato nelle carriere di altri artisti. Le tracce sono state selezionate da Troy Carter, rappresentante del Prince Estate, e da JAY-Z.

Dal 7 giugno, Originals sarà disponibile in streaming esclusivamente su TIDAL per 14 giorni. L’album goderà di uno streaming in qualità Master per gli abbonati HiFi di TIDAL. Gli iscritti ascolteranno le registrazioni esattamente come il musicista voleva che suonassero. Si sa quanto Prince tenesse alla qualità del suo lavoro.

Il 21 giugno, poi, Warner Bros. Records pubblicherà questa straordinario opera, estrapolata direttamente dal vasto archivio di Prince, in tutte le piattaforme download e streaming e fisicamente in CD, mentre i formati doppio LP 180 grammi e l’edizione limitata deluxe CD+2LP seguiranno il 19 luglio. Prenotazioni qui: https://lnk.to/Prince_Originals

A metà degli anni ’80 Prince dominava le classifiche anche come autore/produttore con le canzoni che aveva composto e registrato per altri artisti. Oltre a pubblicare nove dei suoi album di maggior successo commerciale, scrisse e registrò infinite bobine di materiale per i suoi “protetti” The Time, Vanity 6, Sheila E., Apollonia 6, Jill Jones, the Family e Mazarati. In qualche occasione le registrazioni demo originali di Prince sono state utilizzare come master takes nei suoi album, con solo piccole alterazioni dell’arrangiamento e una sostituzione sulle tracce vocali. Altre volte gli artisti si affidavano alle sue demo per farsi guidare attraverso il proprio personale procedimento di registrazione, con il take iniziale di Prince che influenzava la versione finale della canzone. L’ effetto complessivo era quello di una completa saturazione e trasformazione del paesaggio della musica pop, con Prince sia alla guida che alla sovversione della cultura mainstream.

Molte delle  canzoni incluse in Originals sono grandi hits per gli artisti che le hanno registrate. “The Glamorous Life” di Sheila. E. raggiunse la posizione numero 1 della classifica dance nel 1984, mentre lo stratosferico successo di “Manic Monday” spinse e accompagnò l’album Different Light dei Bangles verso la posizione numero 2 della classifica pop. Ice Cream Castle dei Time, con il singolo top 20 “Jungle Love”, rimase 57 settimane nella classifica Billboard 200. Nel 1991 Martika raggiunse il successo internazionale con “Love… Thy Will Be Done”, una top 10 hit in Francia, Australia, Regno Unito e Stati Uniti. Originals scosta le tende per rivelare le origini di queste canzoni a noi tutti così familiari, in aggiunta a canzoni come “Make-Up” dei Vanity 6, “Baby, You’re a Trip” di Jill Jones e “You’re My Love” di Kenny Rogers.

L’album contiene inoltre la versione originale di Prince del 1984 di “Nothing Compares 2 U”, pubblicata nel 2018 come singolo

Official websiteprince.com

Instagram, Facebook, and Twitter: @prince

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *