La Maremma a tavola (ecco i piatti tipici)

Da il 28 Marzo 2019

La Maremma a tavola.

Il Comune di Cinigiano lancia una nuova iniziativa per la valorizzazione della tradizione rurale e la promozione del territorio: sabato 13 e domenica 14 aprile, in località Santa Rita, arriva  la prima mostra mercato dei sapori e delle tradizioni, in collaborazione con l’associazione Volo Magico.

Svariate le iniziative collaterali: dal convegno sull’agrobiodiversità agli spettacoli equestri e d’intrattenimento, allo street food.

Partecipazione gratuita per i produttori delle province di Grosseto e Siena. Chi volesse iscriversi col proprio stand, può contattare gli organizzatori entro e non oltre l’8 aprile chiamando lo 366 9724044 o scrivendo ad apple.sport@virgilio.it

“È una mostra mercato –ha detto il sindaco di Cinigiano Romina Sani – realizzata con la partecipazione di artigiani e produttori provenienti da diverse regioni d’Italia, che esporranno e venderanno i loro prodotti. Sarà prima di tutto una festa della ruralità a sostegno e a tutela delle tradizioni e del paesaggio agricolo che sono parte integrante della nostra identità culturale. All’interno della mostra, uno spazio speciale sarà riservato ai produttori locali delle province di Grosseto e Siena, per cui è prevista la partecipazione gratuita. L’obiettivo è la valorizzazione dei prodotti a chilometro zero”.

L’ambizione è quello di farne un appuntamento fisso, da veicolare poi nei pacchetti turistici.

Una menzione speciale la merita il convegno Agrobiodiversità in Maremma: esperienze e opportunità, che avrà luogo il 13 aprile alle 10 a Santa Rita, nei locali di Certema, (Laboratorio Tecnologico della provincia di Grosseto). A confronto relatori della Regione Toscana, di università e centri di ricerca tematiche.

A proposito: ecco alcuni dei piatti più famosi del territorio maremmano.

Acquacotta. La cugina della più celebre Ribollita, veniva preparata per il pranzo dei contadini nei campi. Parliamo di una zuppa che può contenere varie verdure, accompagnate da crostini di pane abbrustolito e un uovo in camicia.

Tortelli Maremmani. Sono dei ravioli più grandi. La ricetta base prevede la pasta fatta in casa farcita con ricotta e spinaci e condita con sugo di carne.

Cinghiale. I piatti a base di cinghiale sono sul menù tutto l’anno: maremmani, popolo di cacciatori (e di amanti della carne del cinghiale)

Caldaro. Il piatto a base di pesce (una zuppa) più diffuso e rinomato è il Caldaro. Si adatta al pescato del giorno: dai gamberi alle cicale di mare, passando per il polpo. Ottima d’estate.

Ciaffagnone, Siamo dalle parti delle crepes, solo che si utilizza l’acqua al posto del latte. Da leccarsi i baffi.

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *