LIBRI COME, A ROMA I BIG DELLA SCRITTURA MONDIALE

Da il 11 marzo, 2015

tumblr_mojbhj8J4Y1qzs2sio1_500‘Libri come’, la festa del libro e della lettura di Roma che torna ad animare gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica, coinvolgendo anche gli studenti e le biblioteche. Quest’anno il filo conduttore è la scuola. Oltre 100 eventi compongono il variegato programma della manifestazione, che si svolge ufficialmente all’Auditorium Parco della Musica da giovedì 12 a domenica 15 marzo, ma è anticipata da un network di altre iniziative lungo l’intera settimana. Promossa e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, a cura di Marino Sinibaldi, con la collaborazione di Michele De Mieri e Rosa Polacco, Libri come 2015 prevede conferenze, presentazioni di nuove uscite, dialoghi, reading, lezioni, mostre, laboratori e molto altro.

A inaugurarla giovedì 12 marzo alle 21 in Sala Petrassi sono Umberto Eco e Marino Sinibaldi cui segue l’intervento del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini. Durante questa sesta edizione il mondo della scuola è raccontato sia attraverso le testimonianze dei suoi protagonisti che con il contributo di scrittori, artisti e altre personalità del mondo della cultura, dell’editoria, dell’informazione e dello spettacolo, spesso impegnati in vere e proprie lezioni. Tra i “maestri” che salgono in cattedra Stefano Bartezzaghi (enigmistica), Melania Mazzucco (arte), Marco Santagata e Alfonso Berardinelli (Dante), Walter Siti (poesia).

Appuntamento ormai imperdibile per gli appassionati di libri e lettura, ‘Libri come’ ospita i big della letteratura internazionale (Emmanuel Carrère, Maylis de Kerangal, James Ellroy, Barry Gifford, Jhumpa Lahiri, Pierre Lemaitre, Daniel Pennac, Luis Sepúlveda, Zadie Smith) e maestri della narrativa italiana (Alessandro Baricco, Andrea Camilleri, Francesco Piccolo, Sandro Veronesi). Il pubblico può incontrare i migliori talenti della nuova generazione di fumettisti e vignettisti (Gipi, Zerocalcare) e un lungo elenco di autori che – provenienti da storie, settori ed esperienze diverse – contribuiscono a rendere vibrante e vivace il mondo dell’editoria e della cultura nazionale (Tullio De Mauro, Francesco Guccini, Massimo Recalcati). Come ogni anno, un’attenzione particolare è rivolta ai lettori più giovani, con un intenso programma di incontri, laboratori e lezioni (con Riccardo Iacona, Valerio Massimo Manfredi, Giuseppe Patota, John Peter Sloan e Pierluigi Vaccaneo) che coinvolge gli studenti delle scuole medie e superiori del territorio da lunedì 9 a venerdì 12 marzo. Altri eventi sono organizzati in un’anteprima mercoledì 11 marzo alle 19 in alcune Biblioteche di Roma, in modo da sviluppare una rete culturale che coinvolga nel modo più ampio possibile alcune aree della città: nella Biblioteca Nelson Mandela incontro con Nadia Terranova (Gli anni al contrario, Einaudi), nella Biblioteca Valle Aurelia con Marco Cubeddu (Pornokiller, Mondadori), nella Biblioteca Cornelia con Enrico Ianniello (La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin, Feltrinelli).

Confermato è anche il programma del Garage, la tradizionale “officina” in cui Libri come raccoglie incontri, laboratori per le scuole e mostre, che ospita numerosi ospiti tra cui scrittori (Paolo Di Paolo, Dacia Maraini, Antonio Pascale), giornalisti (Lirio Abbate, Daria Bignardi, Marco Damilano, Letizia Muratori, Andrea Vianello), disegnatori (Stefano Disegni, Makkox), attori (Tony Laudadio), filosofi (Felice Cimatti).

Tre mostre completano il programma di ‘Libri come’: nel Foyer della Sala Sinopoli da venerdì 13 a domenica 15 marzo AUTORItratti, una mostra fotografica in progress di Riccardo Musacchio e Flavio Ianniello che vede protagonisti gli ospiti della Festa e i loro pensieri. Le pareti di carta del Garage si animano invece con una selezione di frammenti e immagini scelti tra le strisce di Zerocalcare (da venerdì 13 a domenica 15 marzo) sulla Scuola, tra impegno, disimpegno, confronto tra generazioni e crescita. Infine nello Spazio AuditoriumArte è in programma Scuola di disegno: modalità di produzione e distribuzione, un laboratorio con Cesare Pietroiusti e alcuni studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma (dal 9 al 12 marzo) che si conclude con una mostra (dal 13 al 29 marzo) per esplorare le modalità di distribuzione delle opere e prevede l’attiva partecipazione del pubblico.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*