DITA VON TEESE, IL VINTAGE E LA PASSIONE PER LE AUTO

Da il 17 marzo, 2014
dita-von-teese-look_1_leaning_on_back_of_car

Pelle color dell’ebano, capelli neri corvino, labbra rosse, corpetti che stringono in vita, sensualità e femminilità sprigionata da ogni poro, potrebbe essere definita la donna vintage per eccellenza. Parliamo di Dita Von Teese, nome d’arte di Heather Renée Sweet, classe 1972, donna dall’eleganza innata diventata famosa oltre che per il burlesque, spettacolo con annesso spogliarello in stile però elegante e mai volgare, anche per la sua relazione ormai finita con la star del rock Marylin Manson.

La celebrità di Dita Von Teese esplode dopo uno spettacolo eseguito in una gigantesca coppa di Martini: da allora è icona di femminilità ed erotismo in stile anni trenta. Ecco ciò che la caratterizza: il suo amore per gli anni trenta, lo stesso che la porta a vestire sempre con lo stile di quei tempi. Proprio per questo motivo non poteva mancare in lei la passione per le auto che hanno caratterizzato quel periodo. Ne ha una vera e propria collezione e spesso vende i suoi pezzi rari a prezzi elevati, ovviamente dopo averli ben pubblicizzati con i suoi scatti utilizzati proprio per far conoscere bene le auto messe in vendita.

La passione per le auto d’epoca però non colpisce solo la Regina del Burlesque, ma anche la gente comune che si avvicina a questo mercato anche grazie ai notevoli incentivi economici come gli sconti su bollo e assicurazione auto. Per avere un’idea dei possibili risparmi è possibile consultare il sito Assicurazioni-Storiche.it che ti sarà di aiuto per trovare la migliore assicurazione on line per la tua auto d’epoca.

In Italia un’auto per essere riconosciuta come storica deve aver superato i 20 anni e da quel momento possono essere intraprese le pratiche per avere degli sconti notevoli e privilegi vari. Perché un’auto sia assoggettata al regime delle auto storiche occorre procedere all’iscrizione nel registro ASI (Auto Storiche Italiane); questa, però, può essere rifiutata nel caso in cui l’auto non risponda ai criteri prescritti per la registrazione: ogni anno deve essere pagata una quota di circa 40 euro.

Se dovesse sorgere in qualcuno l’idea di comprare la propria auto d’epoca da Dita Von Teese, è bene ricordare che oltre ad essere un’elegante e sensuale ballerina di burlesque, Dita è anche un’ottima donna d’affari e tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita non perde mai un dollaro. L’ultima vendita effettuata in ordine di tempo è stata la Packard 120 del 1939, negli Stati Uniti conosciuta anche come la One Twenty, venduta su Ebay. Si tratta di un modello molto ricercato perché il primo realizzato da Packard per il grande pubblico: fino a quel momento, infatti, la casa costruttrice aveva prodotto auto per un pubblico di nicchia, ma poi, colpita dalla crisi economica americana, si è lanciata anche nel settore delle auto “per tutti” ricevendo moltissime critiche per questo. La 120 è stata prodotta dal 1935 al 1942, la produzione Packard cessa definitivamente nel 1958.

La passione di Dita Von Teese per le auto di epoca non è nata di recente: la regina del Burlesque ha infatti acquistato il suo primo pezzo storico a soli 22 anni, nel 1994, quando non era una moda che oggi ha contagiato quasi tutti; da allora non ha mai smesso di acquistare e vendere auto storiche, tutte riportate all’antico splendore e ben curate nei dettagli proprio come dimostrano le foto pubblicate per pubblicizzare la sua ultima vendita.

Non solo auto nella passione e nel business vintage di Dita Von Teese: la ballerina, infatti, ha firmato anche una collezione di biancheria intima rigorosamente vintage. Busti e corsetti dedicati alle donne che nella loro vita quotidiana non vogliono rinunciare alla sensualità, sia che si tratti di ragazze con taglia 38, sia donne curvy.

dita-von-teese-behind-the-wheel

About Francesco Valente

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*