ROCK ’50-’60, AL LOFT LA SUPER ONE NIGHT VINTAGE

Da il 28 novembre, 2013

SAM_0256Tornano i favolosi anni ’60, e gli intramontabili ’50,  con “ROCK ALL NIGHT – VINTAGE PARTY“,

venerdì 29 sera al Loft 128 di Spoltore.

Con ingresso gratuito.

Dalle 20, sarà la serata inaugurale di un ciclo rockabilly che vedrà il Loft trasformarsi, da qui ad aprile, una volta al mese, in un’irresistibile macchina del tempo.

Ciuffi impomatati e gonne a palloncino di tutt’Abruzzo, siete avvertiti, e precettati.

You wanna be Americano, manifestazione per sua natura itinerante, sceglie uno dei posti simbolo della movida pescarese come location, il Loft 128 di Alessio Rosi.

Venerdì sera ci attende una serata a base di rock‘n’roll, rockabilly e swing con il concerto della band barese “Rekkiabilly” e con le selezioni musicali a cura di “Marco Sburzo” (deus-ex-machina della kermesse) e “Arseniko Rulex”, tra Elvis Presley, The Beatles, The Rolling Stones, Chuck Berry, The Beach Boys, Johnny Cash e compagnia r’n’r delle origini.

Non solo musica: per tutte le ragazze presenti, infatti, ci sarà la possibilità di rivivere il fascino immarcescibile delle pin up anni ’50 grazie alla collaborazione con Ricci e Capricci, apprezzato salone di parrucchieri Evos con sede a Montesilvano, che nel corso della serata realizzeranno acconciature e make-up in stile.

Last but non least, le cucine del Loft sforneranno dei special menu con le specialità americane: hamburger, hot dog, patatine fritte e carne grigliata con salse, il tutto accompagnato da birra e cola.

Forza fanciulle, coraggio teddy boys: tirate fuori le gonne a ruota della mamma e le giacche di pelle serrate in armadio: l’abbigliamento, il dress-code dovrà infatti essere preferenzialmente a tema Grease ed Happy Days.

La musica dei Rekkiabilly nasce dalla passione per artisti come Louis Prima, Duke Ellington, Cab Calloway, Chuck Berry, Jerry Lee Lewis. Oltre ai celebri miti americani, il gruppo barese sembra cogliere ispirazione anche dall’italiano Fred Buscaglione. Come il cantautore torinese, infatti, anche i Rekkiabilly accompagnano la loro musica con liriche sagaci e sornione. Il rock’n’ roll della band pugliese è una miscela esplosiva, mai prevedibile, sempre coinvolgente. Musicanti ironici e scanzonati, zingari sempre in viaggio alla ricerca di una nuova chiave di lettura del rock’n roll nel terzo millennio, sporcano e stravolgono il tipico sound fifties azzardando dove possibile nuove contaminazioni. Nel corso degli anni hanno partecipato ad alcuni dei festival più rinomatiin Europa, come il “ FIMU” di Belfort (Francia) e lo “ Sziget Festival” di Budapest (Ungheria), quest’ultimo per ben due volte.

Ma il weekend al fulmicotone del Loft 128 non finisce qui:

sabato sera tributo a Michael Jackson,

e domenica sera i Blue Room faranno rivivere le geometrie sonore dei Depeche Mode,

e insieme a loro l’illusionismo targato Simon Vegas nonché, direttamente dai club newyorkesi,

dj Roby Lyza.

 

 

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*