BRUNORI S.A.S, IL POETICO NEO-URLATORE COSENTINO

Da il 22 febbraio, 2012

È lunedì 20 febbraio e al Kontiki di San Benedetto del Tronto approda Dario Brunori accompagnato dalla sua S.a.s., la società in accomandita semplice frutto delle “velleità imprenditoriali” dello stesso cantautore, emerso nel panorama musicale nel 2009.

Da allora ha collezionato un successo dopo l’altro, a partire dal riconoscimento ottenuto con il Premio Ciampi per il suo album d’esordio “Vol. 1”, e a seguire con il premio Tenco che lo ha consacrato miglior autore emergente nel 2010.
Il 2011 è l’anno di uscita di “Poveri Cristi Vol. 2”,la seconda fatica che l’artista inizia a portare in giro per l’Italia in un tour ricco di date, motivato sicuramente dalle risposte più che positive di pubblico e critica, che in poco tempo si sono affezionati alla vena nostalgica e allo stesso tempo ironica che fa da filo conduttore a tutta la produzione artistica del neo-urlatore cosentino.
Il concerto inizia poco prima della mezzanotte, sono stati venduti quattrocento biglietti e il locale è pieno: prima la band, dopodiché fa il suo ingresso Dario Brunori. L’atmosfera si riscalda già dal brano d’esordio “Come stai” e, canzone dopo canzone, il ritmo incalza, e coinvolge,  in “Italian dandy” e “Guardia 82” si canta la spensieratezza dell’adolescenza; in “Mario” e “Rosa” sono invece rappresentate le speranze disattese degli adulti; e come rimanere indifferenti di fronte al tenero romanticismo di “Lei, lui, Firenze”?
La buona musica è accompagnata da una altrettanto buona dose di ironia, mai banale, di quella che fa sorridere e compiacere. C’è anche spazio per un inedito, “L’asino e il leone”.
Il cantante e la sua band si congedano con “Stella d’argento”, la folla applaude entusiasta e saluta l’eroe della serata. A questo punto non rimane che aspettare la prossima data, ma soprattutto, il prossimo album: data la frenetica attività creativa e “imprenditoriale” del nostro beniamino,  di certo non tarderà ad arrivare. In accomandita semplice.

About Giulia Ortolano

One Comment

  1. alex

    23 febbraio 2012 at 11:59

    complimenti per l’articolo hai descritto bene il tutto.sintetica ed ESSENZIALE!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*