FISCHI PER ARISA (CHISSA’ COME L’HA PRESA MAMELI)

Da il 21 maggio, 2012

Brutto episodio allo stadio Olimpico di Roma, si legge sulla grande stampa nazionale, prima dell’inizio della finale di Coppa Italia Juventus-Napoli. L’esecuzione dell’Inno di Mameli da parte della cantante Arisa è stata infatti platealmente fischiata, e senza soluzione di continuità. “Incivile e barbaro” il pubblico. Boati di riprovazione da parte di destra e sinistra. Si attende un monito del presidente della Repubblica.

Poi alla fine qualche applauso si è anche sentito. Ma Arisa è tipa caparbia e impermeabile, tant’è che alla fine ha anche levato la coppa Italia al cielo.

In attesa di eventuali moniti, o di nuovi aumenti del costo della benzina per rappresaglia, il presidente del Senato Renato Schifani ha commentato: «I fischi all’inno di Mameli sono incivili, inaccettabili e mi hanno sconvolto: credevo che in una giornata come questa il Paese potesse dimostrare di unirsi sotto un Inno che è sinonimo di solidarietà, e non che si potesse dar luogo a gesti del genere».

p.s. Ma per intonare l’inno nazionale durante la partita tricolore dell’anno, proprio non esisteva un cantante, una cantante o un gruppo leggermente più  autorevole di Rosalba Pippa in “arte” Arisa?

About gianluca.difazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*