IL PESCARA JAZZ COMPIE 40 ANNI

Da il 15 aprile, 2012

Che edizione. E andate a farvi un giro sul sito ufficiale, aggiornato e al passo coi tempi, ricolmo di minuziose cronache scritte e fotografiche e memorabilia di questi primi quarant’anni, anno per anno, ininterrottamente, dal 1969 a oggi, un record in Italia (con un buco nero solo in quegli anni dell’apoteosi del cosiddetto Proletariato giovanile, spesso munito di inconfessabile conto in banca, un periodo, la seconda metà degli anni ’70, in cui rischiò di scomparire anche il ben più prosaico Festival di Sanremo): www.pescarajazz.com.

Il Pescara Jazz compie 40 anni e lo fa in grande stile, con classe, a modo suo. Celebrando la tanta gloria del passato con le idee del presente e del futuro.  “Se negli anni Settanta qualcuno mi avesse detto che avrei fatto quaranta edizioni, l’avrei preso per matto” – così ha detto Lucio Fumo, il deus-ex-machina di sempre, nel presentare il Pescara Jazz 2012, quello del quarantennale. Duke Ellington, Miles Davis, Charles Mingus, Dizzy Gillespie, Stan Getz, Bill Evans: per fare giusto qualche nome delle numerose leggende della musica afroamericana del ventesimo secolo che sono transitate sul palco della principale manifestazione musicale abruzzese, prima a Le Najadi, poi al Teatro d’Annunzio. E quest’anno il Pescara Jazz conoscerà anche un prestigioso incipit americano, a Chicago: il 24 e il 25 aprile il “Pescara Jazz Ensemble” si esibirà al Chicago Jazz Ensemble, e il giorno dopo si terrà la conferenza stampa di presentazione del Festival nell’Istituto italiano di cultura della grande città americana.

E poi, e soprattutto, il cartellone del Festival estivo, più scintillante che mai, sempre nel teatro d’Annunzio. Con un prologo e con un colpo di coda che da soli varrebbero la standing ovation degli appassionati di musica: Chick Corea e Stefano Bollani, insieme, il 5 luglio, e il concerto di Paolo Conte, il più amato chansonnier italiano, specie dai francesi, finalmente di ritorno a Pescara la sera del 3 agosto.

Nelle serate classiche invece: Roberta Gambarini quartet, Al Di Meola World Sinfonia e Gonzalo Rubalcaba (13 luglio); Kenny Barron, Benny Green, Mulgrew Miller, Eric Reed, An evening with four pianos e Dave Douglas and Joe Lovano quintet (14 luglio); Wayne Shorter Quartet ed Enrico Rava con la sua band (15 luglio).

Oh happy fortieth day, Pescara Jazz.

 

About Maurizio Di Fazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*