SUONA L’ORCHESTRA SINFONICA PESCARESE

Da il 14 dicembre, 2012

Decimo appuntamento della 47esima Stagione Concertistica della Società del Teatro e della Musica,

ORCHESTRA SINFONICA DI PESCARA

Donato Renzetti, direttore

Paolo Bordoni, pianoforte

Stasera alle 21 presso il Teatro Massimo di Pescara, l’ensemble pescarese eseguirà il seguente programma:

M.P. Musorgskij Quadri di un’esposizione

E. Grieg Concerto in la min. per pianoforte e orchestra op. 16

L’Orchestra Sinfonica di Pescara nasce con l’Accademia Musicale Pescarese, fondata da Elio Santangelo nel 1978, e ne accompagna da allora l’intensa attività didattica e concertistica. Intitolata fino al 1996 a Mario Gusella, che ne ha curato e seguito gli esordi e le prime fasi, si è resa nel 2002 entità autonoma, costituendosi in associazione culturale, nell’intento di ampliare e rendere sempre più puntuale la propria programmazione. In più di 33 anni di attività ha tenuto circa trecento concerti sul territorio regionale e nazionale, per varie associazioni ed istituzioni musicali, spaziando nei generi cameristico, lirico, sinfonico, e negli stili dal Barocco al contemporaneo in tutte le sue sfaccettature, commissionando opere originali, curando esecuzioni di brani inediti, interagendo con gli altri linguaggi artistici in produzioni multimediali e di teatro d’avanguardia. Ha al suo attivo collaborazioni con direttori, compositori, orchestratori e solisti di fama internazionale. 

Donato Renzetti, dopo aver studiato composizione e direzione d’orchestra al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, ha ottenuto numerosi premi in importanti Concorsi Internazionali: “Diapason d’Argento” nel 1975 e nel 1976 al “G. Marinuzzi” di Sanremo, “Ottorino Respighi” nel 1976 a Siena, Medaglia di bronzo nel 1978 al I Concorso “T. Ansermet” di Ginevra; nel 1980 è stato proclamato all’unanimità vincitore assoluto del X Concorso “Guido Cantelli” del Teatro alla Scala. Da allora la sua carriera non ha avuto soste, alternando l’attività sinfonica con produzioni d’opera lirica e registrazioni discografiche. Fra le più importanti orchestre con cui ha collaborato citiamo la London Sinfonietta, la London Philarmonic, la Philarmonia di Londra, l’English Chamber Orchestra, la RIAS di Berlino, l’Orchestra di Stato ungherese, la Filarmonica di Tokyo, la Filarmonica di Buenos Aires, l’Orchestra della Scala e dell’Accademia di Santa Cecilia. E’ stato invitato nei maggiori Teatri lirici del mondo: Opéra di Parigi, Covent Garden di Londra, Lyric Opera di Chicago, Opera di Dallas, Metropolitan di New York, San Francisco Opera. Dal 1987 al 1992 è stato Direttore principale dell’Orchestra della Toscana, alla cui guida ha inciso due CD con musiche rare di Cherubini e Schubert. Il Manfred di Schumann, registrato con l’Orchestra e il Coro del teatro alla Scala, ha vinto il XIX Premio della Critica discografica italiana. Nel 1994 è stato nominato Direttore Principale dell’Orchestra Stabile di Bergamo e della Filarmonica Veneta nonché consulente artistico del Teatro Comunale di Treviso. Ha registrato per la Philips, Nuova Era, Frequenz, Dynamic, Fonit Cetra. Insegna Direzione d’orchestra nei Corsi di Alto Perfezionamento dell’Accademia Musicale Pescarese.

Paolo Bordoni è uno dei più assidui e quotati interpreti di Schubert del panorama pianistico italiano e internazionale.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*