SI FA PRESTO A DIRE D’ANNUNZIO

Da il 20 marzo, 2012

Pescara controcorrente. Mentre l’Italia sembra andare verso un depotenziamento della cultura, Pescara la promuove e la innalza a grande veicolo di crescita e di sviluppo del territorio, diventando un’officina di arte, cultura e bellezza a cielo aperto”. Così parlò, nel giugno dell’anno scorso, il sindaco Luigi Albore Mascia, nel presentare “Pescara Tener-a-mente”, un “unico grande contenitore culturale estivo”, che avrebbe fatto della città “la perla dell’Adriatico“. Gli eventi di punta? Il “Processo a D’Annunzio” all’ex Aurum, con Giordano Bruno Guerri nei panni del Vate; i film in prima visione del “Flaiano Film Festival”, spesso già al secondo o al terzo passaggio su Sky; il concerto del neo-settantenne Lou Reed, certo, un mito del rock, ma se fosse passato da queste parti una trentina d’anni prima…

Nei giorni scorsi è stato invece presentato il cartellone 2012 di “Tener-a-mente”, l’Originale, il Festival estivo che si svolge da anni nell’anfiteatro del Vittoriale degli italiani, a Gardone Riviera (in provincia di Brescia). Il Vittoriale, per chi non lo sapesse (a suo rischio e pericolo di ritiro di cittadinanza se residente a Pescara, da quando questa è diventata “città dannunziana”), fu la Casa-Mausoleo sul lago di Garda di Gabriele D’Annunzio, “l’estremo rifugio della grazia” dove il controverso scrittore pescarese trascorse l’ultima stagione della sua “divina” esistenza. E il suggestivo anfiteatro del Vittoriale (“una conca marmorea sotto le stelle”), vagheggiato da D’Annunzio fin dall’inizio degli anni trenta, restò incompiuto ai suoi occhi viventi e vide la luce successivamente, nel 1953. Avrebbe dovuto chiamarsi “Parlaggio“. Fu il Vate stesso a scegliere il luogo: un punto panoramico del parco, da cui si ammirano l’Isola del Garda, il Monte Baldo, la penisola di Sirmione e, soprattutto, la suggestiva Rocca di Manerba, in cui a Goethe parve di riconoscere il profilo di Dante.

Qualche nome dell’imminente “Tener-a-mente” sul lago di Garda, estate 2012? Francesco De Gregori (6 luglio), Carla Fracci sulle note di Nino Rota (6 luglio),  il grande autore francese Yann Tiersen (15 luglio), Pat Metheny (17 luglio), Patti Smith con la sua band (22 luglio), Orquesta Buena Vista Social Club (25 luglio), Walter Beltrami Postural Vertigo Quintet (27 luglio), Paolo Conte (28 luglio), Ludovico Einaude Paolo Fresu (31 luglio), Samuele Bersani (3 agosto), il più famoso clown del mondo David Larible (6 agosto), Ute Lemper (9 agosto) con il suo “Last Tango In Berlin“, i “Principals of New York City Ballet” (12 agosto).

Come replicherà, se si farà, il “Tener-a-mente 2012” di Pescara, “città dannunziana”?

 

 

About Maurizio Di Fazio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*