THE HANGOVER SUMMER FEST, PER CANTAUTORI/ELETTRONICI

Da il 2 giugno, 2014

ddd21 Giugno 2014 – ASTI (Parco Lungo Tanaro)
Già. Arriva l’estate e il non-plus-ultra della musica cantautorale italiana si incontrerà con l’elettronica di fama
internazionale.

Per un giorno e una notte Asti sarà la sede di un nuovo festival nato con l’intento di unire pubblici e
generi diversi sotto un unico cielo: e prima edizione di The Hangover Summer Fest.
Immerso nell’area verde del Parco Lungo Tanaro ai confini della città, il palco del festival astigiano sarà
protagonista di un’escalation di sonorità che a partire dal cantautorato di Brunori SAS, Paletti, Edoardo
Cremonese, Eugenio in Via di Gioia e State Liquor Store,

culminerà con la techno di Christian Smith e Alexander Kowalski che celebreranno il ventesimo compleanno della storica etichetta Tronic Music.
Nato da un’idea delle due associazioni più attive nell’organizzazione di eventi musicali sul territorio astigiano,
Indi(e)avolato (promotrice di musica live in tutto il Piemonte) e Dance Calling (crew di dj astigiana i cui eventi
stanno conquistando tutta la regione), il The Hangover Summer Fest è il naturale proseguo del progetto The
Hangover Party, un format inaugurato nella stagione invernale-primaverile con due serate sold-out al Palco 19 di
Asti che hanno unito la musica live di qualità (Ln Ripley e I Cani) con l’elettronica di stampo internazionale (Dance
Calling).
Brunori SAS, già protagonista sul palco del Primo Maggio in Piazza San Giovanni a Roma e forte dei numerosi sold-out conquistati in tutta Italia nel suo tour, presenterà il
nuovo disco “Il cammino di Santiago in Taxi” (Picicca/Warner) il suo terzo lavoro discografico che l’ha riconfermato
quale uno degli artisti di riferimento del cantautorato italiano. Paletti è la vera novità dell’indie italiano, il suo
album “Ergo Sum” ha conquistato Caterina Caselli che l’ha inserito nel catalogo della sua prestigiosa etichetta
Sugar. Edoardo Cremonese è invece una delle rivelazioni più giovani del cantautorato italiano, il suo secondo album
“Siamo il remix dei nostri genitori” (Libellula/Audioglobe) è stato un successo di critica e ha visto la partecipazione
di numerosi protagonisti della musica indipendente italiana (Lo Stato Sociale, Nicolò Carnesi, Alberto Pernazza,
etc.). Ad aprire la serata due progetti piemontesi dall’indiscutibile talento: gli Eugenio in Via di Gioia che hanno
conquistato il palco del THSF 2014 grazie al Premio della Critica ottenuto al Premio Buscaglione 2014, e gli State
Liquor Store, promettente progetto astigiano in procinto di pubblicare il suo omonimo ep di debutto.
La musica techno sarà invece la vera protagonista della notte del THSF 2014 con due nomi di spicco della scena
elettronica internazionale. L’apertura delle danze spetterà al live di Alexander Kowalski: enfant prodige della
musica elettronica, ha pubblicato il suo primo singolo nel 1999 per l’etichetta Proton Records e da allora la sua
carriera è decollata fino ad avere due nomination al “German Dance Award” nel 2003, uno dei premi più importanti
a livello internazionale. A seguire il dj-set di Christian Smith fino a notte inoltrata: il dj e produttore svedese da
due decenni protagonista in tutti i principali club e festival di livello mondiale, ha inserito l’evento astigiano nella
mappa dei party celebrativi che la label Tronic Music di cui è fondatore sta promuovendo in tutto il mondo in
occasione delle venti candeline appena soffiate (Tronic 20TH Anniversary World Tour). Spazio anche in questo caso
ai talenti locali, sul palco del THSF 2014 direttamente dalle scuderie della crew Dance Calling uno dei dj più
interessanti della scena piemontese, Bury.

About Redazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*