50 anni dalla prima Laurea in informatica d’Italia

Da il 22 Marzo 2019

I primi laureati in Informatica del nostro Paese si sono formati a Pisa: cinquant’anni fa, nel 1969, l’Università di Pisa ha istituito il primo corso di laurea in Scienze dell’Informazione in Italia, ponendo l’Ateneo e la città all’avanguardia della rivoluzione digitale che ha trasformato la nostra quotidianità e le nostre vite. Per ricordare e festeggiare questo storico anniversario l’Università di Pisa ha organizzato il ciclo “Informatica50”, che lungo tutto il 2019 proporrà incontri ed eventi, una mostra, un concorso per realizzare un’opera d’arte e tante altre iniziative.

Si è partiti lunedì 25 marzo con “The Reversed Game”, un evento aperto al pubblico in cui Alessandro Baricco ha intervistato docenti e studenti dell’Ateneo (oltre al laureato pisano Enrico Dameri, oggi Chief Executive Officer di LIST) per dialogare con loro dell’insurrezione digitale e delle sfide dell’informatica del futuro.

Il ciclo Informatica50 si snoda lungo tre filoni che richiamano la struttura classica dei computer: la memoria, l’elaborazione e la comunicazione. La parte della memoria sarà dedicata a eventi tesi a ricostruire storie e ricordi dei primi laureati, in un dialogo con gli studenti attuali e con il pubblico. In questo ambito sarà allestita una mostra per valorizzare la collezione del Museo degli Strumenti per il Calcolo e realizzato un web doc su alcuni dei principali protagonisti della storia informatica pisana. Per la sezione dell’elaborazione la sfida sarà quella di delineare gli scenari futuri della ricerca informatica. Il tema comunicazione sarà infine declinato a partire da tutti i fenomeni che coinvolgono la cosiddetta società digitale, arrivando a illuminare i rapporti tra informatica e aspetti della vita quotidiana e dell’arte, dalla musica al cinema, dalla video arte ai fumetti passando per i videogiochi. Studiosi di varie discipline racconteranno quale sarà l’evoluzione dell’Intelligenza Artificiale, quali gli spazi di libertà nella società delle reti sociali e dei Big Data, sino a parlare delle forme di entertainment sul web. Attraverso un bando pubblico sarà infine selezionato il progetto per realizzare un’opera artistica permanente che ricordi il primato di Pisa nella nascita e nella crescita dell’informatica italiana.

L’avventura informatica pisana era iniziata già negli anni ’50 con la costruzione del primo computer (calcolatore scientifico) italiano, la CEP (calcolatrice elettronica pisana), realizzato su suggerimento nientemeno che di Enrico Fermi e inaugurato dal Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi nel 1961. Sulla scia di questo progetto, nel 1969, nacquero il più importante centro di calcolo elettronico nazionale (CNUCE) della penisola, poi confluito nel CNR. Sempre a Pisa, nel 1986, è partita la prima connessione a Internet in Italia, motivo per cui la città ospita ancora il registro dei domini nazionali.it

About Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *